HomeIndustria 4.0Competence Center 4.0Smact: il digital twin inaugura le Live Demo

Smact: il digital twin inaugura le Live Demo

Leggi la rivista ⇢

  • n.2 - Maggio 2022
  • n.1 - Marzo 2022
  • n.4 - Novembre 2021

Ti potrebbero interessare ⇢

Gaia Fiertler

Parte da Trieste la prima delle cinque Live Demo del Competence Center Smact: è dedicata al digital twin e ha partner industriali come Brovedani, Danieli Automation, Electrolux, Wärtsilä Italia.

La prima Live Demo operativa di Smact si chiama Odyssea 4.0 e ha sede a Trieste negli spazi dell’Opificio digitale di Wärtsilä Italia, il sesto Lighthouse riconosciuto dal Cluster Fabbrica Intelligente, nato come progetto dell’azienda finlandese specializzata in sistemi di propulsione e generazione di energia per uso marino e centrali elettriche allo scopo di realizzare uno Smart Manufacturing Ecosystem, attraverso una piattaforma open source collaborativa all’interno dei suoi stabilimenti e con i partner Cnr, Area Science Park ed EY.

Ed è proprio in questi spazi, insieme con LEF-Lean Experience Factory, che il Competence Center Smact inaugura, a quasi un anno dalla nascita dell’Opificio digitale, la sua prima Live Demo dedicata al digital twin, il gemello digitale di un sistema fisico, prodotto o processo che, grazie alla diffusione crescente dell’IoT, sta diventando sempre più accessibile.

Che cosa sono le Live Demo

Di fatto, questa Live Demo è un’installazione diffusa, con diversi punti di accesso dislocati tra i partner regionali e rende disponibili a imprenditori, studenti e ricercatori di progetti di digital twin di aziende come Brovedani, Danieli Automation, Electrolux, Wärtsilä Italia e di LEF, realizzati con il supporto dei ricercatori dell’Università di Trieste, dell’Università di Udine e della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA.

«Si concretizza finalmente un progetto ambizioso che, come Smact, abbiamo avviato da tempo e che era stato rallentato dalla pandemia. Nelle Live Demo il potenziale della digital transformation diventa concreto, tangibile ed è a disposizione di aziende e studenti che possono valutarne l’impatto su processi e prodotti. Grazie a tutti i partner coinvolti in Friuli Venezia Giulia, aziende all’avanguardia, università, istituzioni, l’ecosistema dell’innovazione si mette all’opera a beneficio del territorio. Ma questo è solo il primo step di un percorso che proseguirà in tutte le regioni del Nordest», commenta Fabrizio Dughiero, presidente del consiglio di gestione di Smact, il Competence Center creato da quaranta partner tra cui Università e centri di ricerca del Triveneto e alcune tra le aziende più innovative.

Le Live Demo sono “fabbriche didattiche”, che permettono di vedere e toccare con mano casi di utilizzo delle nuove tecnologie 4.0 (Intelligenza artificiale, Internet of Things, Big Data, Cloud Computing, digital twin) per realizzare la digitalizzazione dei processi e dei sistemi produttivi, in uno spazio di “Technology Transfer” innovativo dedicato a imprenditori, operatori e studenti da un lato, e ricercatori e tech provider, dall’altro. Il percorso di trasferimento dell’innovazione sui territori da parte di Smact proseguirà nei prossimi mesi, con l’avviamento delle Live Demo di Verona (Fabbrica del Vino), di Rovereto (Machine to Machine), Bolzano (Human to Machine) e Padova (From Farm to Fork).

L’impegno di Wärtsilä Italia, sede del primo Live Demo di Smact

«Wärtsilä Italia continua oggi il proprio processo di apertura nei confronti del territorio con la partecipazione in Smact e a iniziative come Opificio Digitale, in partnership con prestigiose università e centri di ricerca, istituzioni e altre aziende con le quali condivide gli obiettivi di sviluppo. Il nostro obiettivo è quello di costruire insieme una filiera sempre più connessa, caratterizzata da processi condivisi, dando così un solido contributo alla digitalizzazione e all’innovazione dell’industria italiana. Condividere questo spirito di innovazione, le strategie e le energie, co-creare processi e sistemi in grado di migliorare tutto il contesto industriale è per noi un onore, e non solo un impegno», afferma il presidente di Wärtsilä Italia Andrea Bochicchio.

Il taglio del nastro con il presidente di Smact Fabrizio Dughiero (a sinistra) e il presidente di Wärtsilä Italia Andrea Bochicchio (a destra). Foto credits: Nina Marranconi

L’impegno di Smact nell’adozione del digital twin

Il digital twin è la rappresentazione virtuale di un asset fisico, un modello digitale fortemente integrato in grado di supportare il prodotto durante il suo intero ciclo di vita, che aiuta a ridurre i costi di design e prototipazione e consente l’ottimizzazione dei processi, generando opportunità competitive per le imprese più innovative.

Così Smact nella Live Demo Odyssea 4.0, in collaborazione con i partner industriali e della ricerca del Friuli Venezia Giulia, sta investendo nella realizzazione di competenze avanzate e librerie software per consentire alle imprese di adottare questa leva competitiva.

«La collaborazione con Smact è un tassello importante di un ampio e moderno progetto di network su cui puntiamo. La volontà è quella di condividere con tutta la filiera, dalle grandi realtà alle pmi, un ventaglio di tool che possano essere condivisi anche tra filiere diverse. Dando la possibilità alle piccole imprese di accedere a strumenti di questo tipo, al cui sviluppo possono concretamente contribuire, si offre qualcosa di concreto e si va verso la creazione di una libreria di tecnologie comuni da mettere a disposizione di tutti per realizzare una rete che arrivi fino al concetto di “extended enterprise”», conclude Giuseppe Saragò, direttore Manufacturing Excellence di Wärtsilä Italia.

 

Smact: il digital twin inaugura le Live Demo
- Ultima modifica: 2021-11-03T09:00:37+01:00
da Gaia Fiertler
Smact: il digital twin inaugura le Live Demo - Ultima modifica: 2021-11-03T09:00:37+01:00 da Gaia Fiertler

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui