Robot SCARA per assemblaggi più veloci ad alta precisione

Con il lancio di IRB 920T, ABB amplia la gamma di robot SCARA. Progettato per soddisfare i requisiti dell’industria elettronica, che richiede velocità di produzione elevate in processi sempre più complessi, IRB 920T offre la massima velocità, precisione e ripetibilità per compiti di assemblaggio, picking e movimentazione.

“L’esigenza delle aziende di rispondere velocemente all’evoluzione della domanda dei consumatori fa dei robot SCARA una scelta sempre più diffusa per le linee di produzione dove velocità e precisione sono le chiavi per garantire la massima qualità dei prodotti,” afferma Antti Matinlauri, Head of Product Management di ABB Robotics. “Insieme all’unità di controllo OmniCore di ABB, IRB 920T appartiene alla nuova generazione di soluzioni robotiche di ABB che aiuta le aziende manifatturiere a restare sempre un passo avanti alle richieste del mercato in continuo cambiamento.”

Velocità e installazione del robot SCARA IRB920T

Con tempi di ciclo di 0,29 secondi, IRB 920T è più veloce di tutti i robot SCARA della sua categoria. Infatti, è fino al 14 percento più veloce dell’attuale modello SCARA IRB 910SC di ABB, consentendo quindi di aumentare la produzione oraria. Con un carico utile massimo di 6 kg e diverse varianti con sbracci da 450, 550 e 650 mm, può essere installato su tutte le linee di produzione per manipolare svariati oggetti, da singoli componenti a prodotti assemblati.

Eccellente ripetibilità e flessibilità

Il segreto delle prestazioni di IRB 920T sta nell’eccellente ripetibilità. Grazie a una regolarità di esercizio ai vertici della sua categoria, IRB 920T può operare velocemente senza il rischio di errori. Ciò consente di raggiungere i massimi livelli di qualità in produzione con sprechi minimi o azzerati. Questa flessibilità è ulteriormente supportata dalla leggerezza e compattezza del robot. Con un peso di soli 24 kg, IRB 920T è il 10 percento più leggero degli altri robot SCARA della sua categoria. Contribuisce in tal modo a ridurre i costi di progettazione delle celle dove non sono più necessari materiali aggiuntivi per sostenere il robot. Inoltre, tutti i cavi corrono all’interno del robot, eliminando eventuali interferenze e riducendo gli ingombri, con conseguente ottimizzazione degli spazi in produzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here