PDP- Interfacce di sicurezza per segnali d’ingresso distribuiti

Una delle richieste più pressanti del mercato è di poter collegare i sensori in campo ad unità di raccolta distribuite e da li condurre i segnali ad un’unica unità di controllo posta nel quadro principale in modo da poter elaborare i singoli segnali senza dover portare  necessariamente tutti i cavi dei singoli sensori.

Anche nel campo della sicurezza questa è una esigenza del mercato e Pilz l’ha risolta progettando opportune interfacce che, in molti casi, hanno anche il vantaggio di avere un grado di protezione IP67 e di essere quindi resistenti ad acqua e olio. Sono disponibili tre tipologie.

PDP20 F4 mag

Questa interfaccia è prevista per il collegamento di sensori magnetici con due contatti NA, ma può essere utilizzata anche per il collegamento di interruttori a fune, finecorsa a cerniera e pulsanti E-stop. Le funzioni del dispositivo, oltre che a raccogliere 4 sensori a doppio canale, sono: controllo indipendente di ciascun sensore per garantire un livello di sicurezza elevato (fino a PL e) e riunire i segnali dei quattro sensori per metterli a disposizione di una unità di controllo. Più interfacce PDP20 F4 mag possono essere messe in cascata una di seguito all’altra. Il loro grado di protezione è IP20. Il dispositivo di controllo può essere anche di marche differenti da Pilz, ma devono poter  accettare due segnali di sicurezza positivi a 24VDC.

PDP67 F 8DI ION (VA)

Questa interfaccia di tipo attivo si utilizza in combinazione con il sistema PNOZmulti, attraverso un modulo di sicurezza PNOZml2p/PNOZmml2p. Ne possono essere collegate 4 in serie tra di loro e fino a 16 per ogni unità base fino ad un totale di 64 sensori in doppio canale (128 input). Ciascun sensore sarà poi configurato/configurabile indipendentemente nel programma applicativo per mezzo del software Configurator. Il collegamento tra il modulo e le interfacce è fatto con un unico cavo che porta tutti i segnali. All’interfaccia PDP67 F 8DI ION sono collegabile tutti i sensori PILZ della serie PSEN così come sensori/interruttori di terze parti. La categoria di sicurezza può essere la più elevata (es. PL e secondo EN 13894) e dipende ovviamente dal tipo di sensore utilizzato e dalla sua configurazione.

PDP67 F4 code

Questa interfaccia è dedicata a sensori di Pilz della serie codificata con principio RFID e che comprende sensori tipo PSENcs e PSENslock. Ad ogni interfaccia si possono collegare fino a quattro sensori e si possono collegare fino a quattro PDP67 F4 code in serie tra di loro. Il collegamento in serie tra le interfacce rende disponibile alla fine due segnali di sicurezza che includono tutti i sensori collegati alle PDP67 F4 e devono essere collegati agli ingressi di un dispositivo di sicurezza che può essere un semplice PNOZ X/Sigma oppure due ingressi di un PNOZmulti o un PSS. È possibile il collegamento anche ad unità di controllo in sicurezza di terze parti. L’altra funzione svolta dalle PDP67 F4 è rendere disponibile il segnale diagnostico di ciascun sensore codificato al PLC di controllo, ma anche di rendere disponibile ai PSENslock collegati, i comandi di attivazione del magnete per il blocco dei ripari. La categoria di sicurezza raggiunta è la massima (es. PL e secondo EN 13894) con dispositivi di controllo Pilz.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here