HomeProcess AutomationIndustrial SoftwareIl digital twin nel settore navale

Il digital twin nel settore navale

Il digital twin non solo a supporto dei servizi di classificazione, ma anche per per migliorare la sicurezza delle navi e le prestazioni operative e ambientali di ogni tipo di asset.

Leggi la rivista ⇢

  • n.304 - Luglio 2022
  • n.303 - Giugno 2022
  • n.302 - Maggio 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Nicoletta Buora

Bureau Veritas implementa la tecnologia digital twin a supporto dei propri servizi nei settori Marine e Offshore, per fornire in tempo reale informazioni accurate e dettagliate, finalizzate al progresso dei processi di classificazione.

Il progetto pilota ha preso il via grazie alla collaborazione con Aras, fornitore di una delle più avanzate piattaforma low-code completa di applicazioni per governare la progettazione, la costruzione e la manutenzione di prodotti complessi.

I dati sono al centro di questo importante progetto di trasformazione digitale.

Un “single source of truth” per ogni nave e asset

Il digital twin consentirà a Bureau Veritas, una delle società di classificazione marittima e degli enti di certificazione della sicurezza e verifica offshore a livello mondiale, di creare un “single source of truth” per ogni nave e asset, così da garantire la tracciabilità end-to-end dei dati della nave, di anticipare le evoluzioni dei requisiti normativi, di aggiornare con continuità i dati dalla progettazione alla parte operativa e di accrescere la collaborazione per garantire l’accesso in tempo reale ai dati della nave.

Grazie a dati raccolti e monitorati a supporto dei servizi di classificazione, Bureau Veritas potenzierà l’esperienza del cliente. Il digital twin sarà anche la base per ottimizzare lo sviluppo di servizi di dati per migliorare la sicurezza delle navi e le prestazioni operative e ambientali di ogni tipo di asset. 

Tre principi alla base della strategia di classificazione digitale di Bureau Veritas

  • Classificazione 3D: si passerà dalla revisione della classificazione 2D dei piani alla revisione collaborativa dei progetti su un unico modello 3D. 
  • Rilevazione aumentata governata da remoto: utilizzo di uno strumento collaborativo in grado di consentire agli esperti di condurre rilevazioni senza essere a bordo. Ciò include l’utilizzo di tecniche di ispezione a distanza tramite droni per ridurre i rischi per il personale a bordo e migliorare la sicurezza delle operazioni di classificazione, nonché l‘uso dell’intelligenza artificiale (AI) per supportare il perito nell’ispezione  
  • Schemi predittivi e di ottimizzazione: valorizzazione dei dati e delle connessioni con i sistemi e le attrezzature del cliente, la manutenzione aumentata dei macchinari (PMS) o il monitoraggio condizionato dagli eventi (CBM). 

Questi tre principi saranno coadiuvati da strumenti di produzione innovativi, che confluiranno in una piattaforma collaborativa, centrata sui dati e connessa con i clienti. La nuova piattaforma sarà inoltre impiegata per supportare servizi aggiuntivi come la fornitura in ambito energia e miglioramento dell’efficienza

Il digital twin nel settore navale - Ultima modifica: 2022-06-13T09:50:03+02:00 da Nicoletta Buora
Il digital twin nel settore navale - Ultima modifica: 2022-06-13T09:50:03+02:00 da Nicoletta Buora