HomeIndustria 4.0Digital TransformationEaton ridefinisce la gestione intelligente dell’energia per gli ambienti IT distribuiti

Eaton ridefinisce la gestione intelligente dell’energia per gli ambienti IT distribuiti

L’azienda annuncia una nuova era nella trasformazione digitale dell’infrastruttura per l’energia distribuita grazie al lancio di Intelligent Power Manager (IPM) 2.0.

Leggi la rivista ⇢

  • n.2 - Maggio 2022
  • n.1 - Marzo 2022
  • n.4 - Novembre 2021

Ti potrebbero interessare ⇢

Massimiliano Luce

Eaton fornisce agli IT manager un controllo maggiore sull’infrastruttura per l’energia distribuita. L’azienda ha lanciato il software Intelligent Power Manager 2.0, parte fondamentale della suite per data center Brightlayer.

Le aziende che operano in ambienti IT distribuiti devono continuamente affrontare sfide legate ai blackout. Il rischio sono danni duraturi e costosi ad apparecchiature essenziali proprio a causa della mancanza di personale in grado di gestire e risolvere gli eventi non programmati.

Un software riprogettato

“Dall’istruzione alla sanità, passando per il settore commerciale e della ristorazione, le organizzazioni stanno cercando di avvicinare i dati agli utenti finali e mai come oggi la trasformazione digitale sta portando le infrastrutture critiche verso ambienti IT distribuiti”, ha affermato Stefano Cevenini, Product Manager Power Quality e Data Center Segment Marketing Manager di Eaton Italia.

“La gestione dell’energia in tali ambienti diventa tuttavia critica poiché molte strutture di edge computing non dispongono di personale IT in loco. Abbiamo quindi riprogettato IPM sulla base di questi trend, al fine di semplificare la gestione da remoto dell’energia e fornire continuità di esercizio per un’ampia gamma di applicazioni”.

Monitorare e gestire da remoto

Il software IPM permette ai manager IT di monitorare e gestire l’apparecchiatura da remoto. In questo modo si ha la possibilità di intervenire, in caso di imprevisti legati al sistema di alimentazione, prima che questi causino dannosi blackout.

La nuova versione del software offre un’interfaccia utente riprogettata e maggiori opzioni per automatizzare i processi critici. Al tempo stesso assicura migliori funzionalità di visualizzazione e contestualizzazione per comprendere meglio lo stato dell’apparecchiatura IT in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

La nuova versione di IPM prevede l’integrazione con le più diffuse piattaforme IT dei partner Eaton Alliance. I nomi sono quelli di VMware, NetApp, Dell EMC e altri ancora, rendendo possibile una gestione dell’energia senza difficoltà nei molteplici ambienti IT dei clienti.

La sicurezza informatica è una priorità

Inoltre, grazie all’impegno di Eaton nell’ambito della sicurezza informatica, la versione più recente di IPM consente di minimizzare il rischio di attacchi informatici tramite l’integrazione con la scheda di rete Gigabit e la scheda Gateway Industriale di Eaton – le prime schede di rete UPS del settore conformi agli standard di sicurezza UL 2900-1 e IEC-62443-4-2.

Eaton ridefinisce la gestione intelligente dell’energia per gli ambienti IT distribuiti - Ultima modifica: 2022-05-13T11:50:34+02:00 da Massimiliano Luce
Eaton ridefinisce la gestione intelligente dell’energia per gli ambienti IT distribuiti - Ultima modifica: 2022-05-13T11:50:34+02:00 da Massimiliano Luce