Diffusi i dati dell’Osservatorio dell’industria italiana dell’automazione

ANIE Automazione ha pubblicato l’Osservatorio dell’industria italiana dell’automazione, il documento redatto annualmente che offre una panoramica sui dati del settore relativi al 2020. I dati raccolti tracciano inoltre un quadro delle tendenze di mercato registrate dal 2020 fino ai primi mesi dell’anno in corso, con previsioni sull’andamento complessivo del 2021.

2020: fatturato in flessione del 10,3%

Nel 2020 l’industria italiana dell’automazione industriale manifatturiera e di processo ha registrato un fatturato complessivo (vendite Italia + esportazioni dirette) di 4,5 miliardi di euro, in flessione del 10,3% rispetto al 2019. A fronte di una flessione delle esportazioni del 3% e delle importazioni del 6%, il mercato interno ha evidenziato una contrazione del 10,9%. L’emergenza sanitaria si è inserita in un quadro in deterioramento dal secondo semestre del 2019. La domanda interna era infatti fortemente indebolita da una progressiva frenata degli investimenti industriali correlati al Piano Transizione 4.0. Gli investimenti in macchinari e attrezzature, secondo i dati di contabilità nazionale, hanno chiuso il 2020 con un calo a doppia cifra. Nel dettaglio del fatturato Italia per singole merceologie, il segno negativo è diffuso. Le flessioni più accentuate per: riduttori fissi (-18%), motori brushless (-17%), azionamenti (-14%), quadri bordo macchina (-13%). Unica eccezione il Software industriale con un andamento in controtendenza che segna nel 2020 un incremento del 5% nel complesso. La stessa crescita diventa a doppia cifra se valutata nel dettaglio di specifiche tecnologie a esso correlate.

2021: luci e ombre 

Il 2021 è un anno di luci e ombre per l’industria italiana dell’automazione industriale. La ripresa attesa si confronta con tensioni sul fronte delle quotazioni e dei tempi di consegna per le principali commodity impiegate nel processo produttivo, unitamente a fenomeni di shortage per la componentistica elettronica di base. Segnali positivi originano tuttavia dal mercato, che potrà beneficiare di alcuni elementi favorevoli in virtù dell’accelerato processo di digitalizzazione del sistema economico sostenuto anche dai fondi europei. Una recente indagine di ANIE Automazione stima un ritorno su un sentiero di crescita già nel 2021 (+6% la variazione attesa del fatturato) e un recupero dei livelli pre Covid nel 2022.

Focus tecnologico

Il Focus tecnologico dell’Osservatorio è dedicato quest’anno al protocollo di comunicazione OPC UA. Progettato proprio per l’automazione industriale, consente lo scambio di informazioni e dati sui dispositivi all’interno di macchine, tra macchine e tra macchine e sistemi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here