Completate le specifiche OPC UA Safety Release 1.00

Il gruppo di lavoro OPC UA Safety ha finalmente pubblicato la Release 1.00 per la sicurezza funzionale: OPC UA Safety “Part 15 OPC UA Core Specification”. OPC UA Safety si basa sul principio del Black Channel, il canale dedicato al trasporto dei “safety related data”, con riferimento  alla comunicazione controller-to-controller utilizzando client/server OPC UA. Pur rispondendo a tutti i requisiti di sicurezza definiti nelle principali norme internazionali, OPC UA si basa sull’esperienza derivante dall’uso dei protocolli di sicurezza esistenti e affronta nuovi casi d’uso che sono emersi da quando ne è iniziato lo sviluppo. Per esempio, OPC UA Safety supporta l’assegnazione di Safety-ID alle macchine e consente di modificare dinamicamente il communication partner in runtime, prerequisito per i moderni processi di produzione con dimensione batch 1, in cui le macchine o le parti di macchine devono essere frequentemente riorganizzate. OPC UA Safety consente la trasmissione di un massimo di 1.500 byte di dati in qualsiasi rete senza limitare il data rate per le applicazioni di tipo SIL fino a 4. OPC UA Safety è stato avviato come working group congiunto tra OPC Foundation e PROFIBUS & PROFINET International (PI), per poi essere aggregato come gruppo di lavoro tecnico nell’ambito dell’iniziativa Field Level Communication (FLC). Molti noti produttori sono presenti nel gruppo di lavoro OPC UA Safety, il che garantisce allo standard un’ampia vision condivisa a livello mondiale, diventando parte fondamentale del framework delle specifiche OPC UA della OPC Foundation. Le fasi successive riguarderanno la definizione delle specifiche dei test di sicurezza per la certificazione, e l’estensione a OPC UA Pub/Sub per permettere applicazioni isocrone realtime.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here