HomeFactory AutomationRoboticaBracci robotici dal tocco umano

Bracci robotici dal tocco umano

OptoForce presenta tre nuove applicazioni per i robot industriali KUKA che aumentano capacità produttiva, efficienza e vantaggi economici

Leggi la rivista ⇢

  • n.7 - Luglio 2024
  • n.6 - Giugno 2024
  • n.5 - Maggio 2024

Ti potrebbero interessare ⇢

La Redazione

OptoForce ha sviluppato tre nuove applicazioni per i robot industriali KUKA. Si tratta di guida della mano, rilevamento di presenza e rilevamento del punto centrale.

Grazie all'applicazione guida della mano, i robot KUKA possono muoversi in modo semplice e fluido in una determinata direzione, secondo un percorso prestabilito.

L'applicazione rilevamento di presenza consente ai robot KUKA di individuare la presenza di un oggetto specifico e di trovarlo anche dopo che è stato spostato.

Con l'applicazione rilevamento del punto centrale, i sensori OptoForce permettono ai robot KUKA di trovare il punto centrale di un oggetto attraverso il senso del tatto. La soluzione funziona anche con oggetti metallici lucidi, per i quali un sistema di visione non sarebbe in grado di localizzarne il centro.

In sostanza, OptoForce sta aggiungendo il senso del tatto ai bracci robotici KUKA, consentendo a queste macchine di raggiungere abilità simili quelle di una mano umana e aprendo molte nuove possibilità per l’automazione industriale.

Automatizzare operazioni di precisione che prima dovevano essere gestite a mano si traduce di fatto in un miglioramento della qualità e in una maggiore efficienza produttiva.

 

Bracci robotici dal tocco umano - Ultima modifica: 2017-10-04T08:00:41+02:00 da La Redazione