Telecamere industriali compatte

0
539

GO-Pack-Shot-front-back-1500-pixelsImage S presenta le telecamere GO-5000M-PMCL e GO-5000C-PMCL, i primi modelli della nuova serie GO, sviluppata da JAI, di telecamere industriali compatte, veloci e versatili. Le nuove telecamere utilizzano tutte lo stesso CMOS global shutter da 5 megapixel già presente nelle telecamere ad alte prestazioni Spark SP-5000, inserito però in una custodia più piccola (29x29x41,5 mm, escluso l’attacco per l’ottica) con soli 46 grammi di peso: una delle telecamere più leggere attualmente in commercio con questa risoluzione. Entro ottobre saranno disponibili anche i modelli con uscita GE e, successivamente, USB3. Nonostante le dimensioni, le telecamere GO 5000 producono immagini a 5 megapixel (2560 x 2048 pixel) con velocità fino a 107 fotogrammi al secondo attraverso un’interfaccia Power-over-Mini-Camera-Link a due canali. Grazie alla combinazione fra pixel da cinque micron quadrati e funzionalità ROI (Region-Of-Interest) versatili, le telecamere possono essere configurate per rispondere a un’ampia gamma di requisiti in termini di risoluzione, velocità e formati ottici. Ad esempio, creando un’area ROI centrata da 1920×1080 pixel, gli utenti possono configurare la GO-5000 per realizzare video HD a 1080p ad alta velocità, all’interno del formato ottico di una lente con attacco C da 2/3”. In questo, le GO-5000 si differenziano dalle telecamere CMOS con pixel da 5,5 micron, che generano immagini da 1080p leggermente più grandi del cerchio ottico da 2/3″ e, di conseguenza, richiedono ottiche più costose da 1″ per evitare effetti di vignettatura. La GO-5000 può essere configurata anche come telecamera VGA (640×480 pixel) con ottica da 1/3” e un frame rate vicino ai 450 fps. Oppure, gli utenti possono applicare una binarizzazione (binning) con maschera 2×2 sulla telecamera monocromatica GO-5000M-PMCL, per realizzare una telecamera con uscita da 1,3 megapixel e caratteristiche elevate di sensibilità e rapporto segnale-rumore grazie a un array di pixel da 10 micron quadrati. Come nella Spark SP-5000, il sensore della GO-5000 offre una serie di controlli di guadagno analogico e digitale per ridurre la quantità di rumore di quantizzazione nelle immagini con scarsa luminosità, rispetto alle normali telecamere CMOS che prevedono solo funzioni di guadagno digitale. Il modello a colori (GO-5000C-PMCL) dispone di un controllo del guadagno analogico su 4 canali a bordo chip che consente di regolare separatamente i valori R, G1, G2 e B per un migliore bilanciamento dei bianchi e correzione delle ombre con rumore ridotto. Inoltre, la funzione Auto Level Control (ALC) di JAI integra le funzionalità di guadagno automatico, otturatore automatico e iride automatica in un’unica funzione che consente di ottimizzare il controllo dell’auto-esposizione per ottenere il minimo rumore, la massima velocità dell’otturatore e altri benefici. La doppia interfaccia Mini Camera Link può essere configurata per diverse requisiti di data rate, con configurazioni Base, Medium e Full. La telecamera viene alimentata attraverso uno dei due connettori Mini Camera Link. Grazie alla loro versatilità, abbinata al prezzo di listino molto contenuto (a partire da 800 Euro), queste telecamere si prestano a un’ampia gamma di applicazioni di visione industriale. Le dimensioni compatte e la leggerezza sono ideali per applicazioni con movimenti continui della telecamera, sistemi robotizzati, veicoli autoguidati o installazioni in spazi stretti. A integrazione di queste prime telecamere della serie GO, come già accennato, JAI sta lavorando a nuovi modelli GO-5000 con interfacce GigE Vision e USB3 Vision. L’azienda sta valutando, inoltre, l’integrazione di altre tipologie di sensore nella serie GO.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here