Nidec Asi (Ex Ansaldo Sistemi Industriali) si aggiudica da Steag commessa per 70 mln

0
555

Steag - ContainerNidec ASI (ex Ansaldo Sistemi Industriali) ha siglato in questi giorni con la utility tedesca Steag un contratto di oltre 70 mln di euro per la fornitura di un sistema multiplo di stoccaggio di energia elettrica con una capacità totale di 90 MW. Questo sistema, basato sulle soluzioni di conversione dell’energia di Nidec ASI, utilizzerà batterie fornite da LG Chem per immagazzinare energia elettrica che la utility utilizzerà per garantire la stabilità della rete elettrica in Germania. Nidec ASI svolgerà il ruolo di Main Contractor (EPC), con la responsabilità della supervisione dell’installazione e della messa in servizio degli impianti. Nidec ASI fornirà complessivamente 6 sistemi da 15 MW ciascuno, ognuno dei quali comprende 5 unità da 3 MW. Ogni sistema è composto dai convertitori di potenza, dal trasformatore, dalle batterie e dal sistema di controllo, elemento chiave per la gestione dell’energia, montati dentro container per facilitarne il trasporto e l’installazione, in una soluzione cosiddetta “plug and play”. Nidec ASI si è aggiudicata questo contratto grazie alle ottime referenze accumulate negli ultimi anni nel segmento “Utility scale”. Nidec ASI è di fatto una delle prime aziende a livello mondiale a puntare e a investire in tecnologia in questo settore in forte espansione come parte della propria strategia di crescita. Nidec ASI ha consegnato progetti in tutto il mondo durante gli ultimi due anni. Tra essi spiccano i progetti per le isole francesi – La Réunion, la Corsica, la Guyana Francese – e anche l’importante e innovativa esperienza in Italia per i progetti di Terna e con Enel Green Power all’estero, in particolare con la realizzazione di una micro rete intelligente in Cile.Per il progetto aggiudicato in Germania con il colosso Steag, Nidec ASI installerà i sistemi in Nord-Reno-Westfalia e Saar, due delle regioni principali della Germania. “Siamo fra i leader mondiali in questo segmento in forte crescita. Il mercato ed i grandi clienti riconoscono la solidità delle nostre referenze e premiano la nostra tecnologia, in un settore di grande importanza nella gestione delle reti elettriche” commenta l’amministratore delegato di Nidec ASI, Giovanni Barra. “Le soluzioni tecniche di Nidec ASI si sono dimostrate molto affidabili e performanti anche nelle condizioni più gravose di erogazione di energia dalle varie fonti, sia rinnovabili che convenzionali. I grandi produttori e distributori di energia elettrica europei, in particolare GDF in Francia, Steag e Drewag in Germania e Terna in Italia, ma anche Enel Green Power in Sud America, si sono affidate all’esperienza di Nidec ASI per i loro progetti di stabilizzazione dell’energia elettrica o gestione delle micro reti intelligenti”. Prosegue Giovanni Barra: “La pianificata chiusura di tutte le centrali nucleari in Germania entro il 2022 ha portato una grande sfida tecnologica nel trasporto e stoccaggio di energia elettrica da altre fonti diversificate. E Nidec ASI sta fornendo l’innovazione tecnologica del suo sistema di gestione e controllo dello stoccaggio, che permette il rilascio di energia elettrica in rete con un’affidabilità nell’ordine dei millisecondi per rafforzare la stabilità della rete, oltre a fornire l’esperienza di gestione di questi grandi progetti”. L’obiettivo di Steag in questo progetto è di guidare la transizione energetica della Germania. “L’assegnazione di questa commessa è una conferma che la tecnologia italiana ha ancora un ruolo rilevante nella ripresa economica europea”, dichiara l’amministratore delegato.

Come funziona il sistema di accumulo

I sistemi di stoccaggio dell’energia elettrica si basano su pochi elementi chiave. Un sistema di batterie elettrochimiche è connesso alla rete elettrica tramite un sistema di inverter sviluppati da Nidec ASI. L’energia elettrica viene accumulata nelle batterie oppure immessa in rete in maniera controllata sempre tramite l’inverter. Si accumula energia quando vi è eccesso di produzione e la si immette quando il fabbisogno supera la disponibilità della rete. Questo meccanismo stabilizza la rete, evitando squilibri improvvisi di energia che potrebbero provocare un black out. Questi sistemi di accumulo devono agire in tempo reale ed in perfetta sincronizzazione con la frequenza e la tensione della rete elettrica. L’innovativa tecnologia del sistema di controllo dell’inverter di Nidec ASI, unitamente alla capacità delle batterie, consentono di ottenere rapidi tempi di risposta alle variazioni di carico e precisioni molto elevate. Nidec ASI ha messo a punto questo sistema di controllo (PMS) grazie a 50 anni di esperienza nella fornitura di elettronica di potenza per le industrie. Operando in tutto il mondo e in settori che richiedono una forte attenzione ai flussi energetici, quali ad esempio la siderurgia, ha maturato significative esperienze nella gestione dell’energia elettrica da e verso la rete elettrica in maniera pulita. Per questo progetto Nidec ASI ha lavorato in stretta collaborazione con LG Chem che ha messo a disposizione le nuove generazioni di batterie al litio sviluppate specificatamente per questo tipo di applicazione.

Nidec ASI

Nidec ASI nasce nel 2012 quando Nidec, multinazionale giapponese quotata alla borsa statunitense e giapponese, acquisisce la società Ansaldo Sistemi Industriali (ASI). ASI, ramo industriale del gruppo Ansaldo, fu privatizzata nel 2000. La società si è affermata offrendo soluzioni customizzate a clienti in tutto il mondo per un ampia gamma di applicazioni industriali. I suoi mercati di riferimento sono petrolchimico, energia, siderurgia, navale e automazione industriale. La multinazionale è specializzata in applicazioni pesanti dove sono richieste alte potenze e prestazioni elevate: motori elettrici e generatori fino a 65 MW di potenza (87.000 cavalli); inverter e convertitori elettronici di potenza; automazione e software di processi industriali; retrofit di centrali elettriche e generatori idroelettrici Nidec ASI ha un portafoglio ordini di oltre 300 mln di euro per il 2015, con un parco di macchine installate in oltre 100 anni di storia nei quattro continenti, in particolare in medio Oriente e Asia. Fornisce assistenza ai clienti e gestisce commesse attraverso le società controllate in Nord America, Francia, Germania, Romania, Emirati Arabi, Sud Est Asiatico, Russia, Cina e Giappone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here