HomeProcess AutomationIndustrial SoftwareUn po' di Italia nella Open Power Foundation

Un po’ di Italia nella Open Power Foundation

Leggi la rivista ⇢

  • n.305 - Settembre 2022
  • n.304 - Luglio 2022
  • n.303 - Giugno 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Virna Bottarelli

La vicentina San Marco Informatica (nella foto la sua sede di Grisignano di Zocco) è  la prima azienda italiana membro del consorzio per l’innovazione Open Power Foundation, fondazione che raccoglie università di tutto il mondo e aziende del calibro di Ibm, Samsung  e Google, solo per citarne alcune.  San Marco Informatica entra così in una comunità di sviluppo aperta, nella quale i partner collaborano attivamente per sviluppare e testare nuove tecnologie basate sul principio dell’open source, con l’obiettivo di creare una nuova generazione di server, reti aziendali e applicativi di qualsiasi genere basati su software con licenza gratuita. “Essere ammessi alla Open Power Foundation”, dice Renato Bardin, presidente di Sanmarco Informatica, “è per noi motivo di grande orgoglio, soprattutto perché non si tratta di una sponsorizzazione, ma di una vera e propria partnership per la ricerca e sviluppo: noi porteremo il nostro contributo testando nuove soluzioni open source nell’ambito degli Erp e in questo percorso di ricerca beneficeremo del know how di realtà che non hanno certo bisogno di presentazioni. Affrontare un progetto di ricerca con un accordo di reciproco scambio di competenze con alcune delle realtà leader a livello mondiale nell’innovazione rappresenta per Sanmarco Informatica una sfida e allo stesso tempo un’opportunità straordinarie”.

Un po’ di Italia nella Open Power Foundation
- Ultima modifica: 2015-02-18T16:41:24+01:00
da Virna Bottarelli
Un po’ di Italia nella Open Power Foundation - Ultima modifica: 2015-02-18T16:41:24+01:00 da Virna Bottarelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui