HomeFactory AutomationRoboticaSolution Award 2024 premia l’innovazione nella robotica industriale

Solution Award 2024 premia l’innovazione nella robotica industriale

Sul palco di Mecspe si è tenuta la premiazione del Solution Award, riconoscimento che premia l’eccellenza della robotica italiana. Sei le aziende finaliste, tre le menzioni speciali e un vincitore: Clevertech

Leggi la rivista ⇢

  • n.7 - Luglio 2024
  • n.6 - Giugno 2024
  • n.5 - Maggio 2024

Ti potrebbero interessare ⇢

Nicoletta Buora

Bologna 7 marzo 2024. All’interno di Mecspe, manifestazione di riferimento per l’industria manifatturiera, si è da poco concluso Solution Award 2024, evento che premia la migliore applicazione di robotica e di servizio realizzata da aziende italiane.

L’Award 2024 è stato assegnato a Clevertech per il progetto "Tetris Palletizer", innovativo sistema robotizzato per il fine linea che consente di creare pallet con prodotti misti.

Sul palco anche le altre aziende finaliste, in totale sei - Automationware, Clevertech, Comau, Omron Electronics e Guidetti Technology, Qbrobotics e Robotizr che hanno presentato le proprie applicazioni innovative nell’ambito della robotica industriale e di servizio. Organi di presa, programmazione semplificata, robotica collaborativa e saldatura, pallettizzazione ed esoscheletri, tra le tematiche proposte.

Solution Award è ormai giunto alla sua nona edizione e si propone come momento importante di confronto tra produttori di robot, integratori e utilizzatori finali.

Nel corso dell’evento, il professore Paolo Rocco del Politecnico di Milano, Coordinatore del Comitato scientifico di Solution Award, ha nominato il vincitore e assegnato le menzioni speciali.                        

Orizzonti, Food, Health, le tre menzioni speciali

Quest’anno le menzioni speciali sono state tre:

Orizzonti a Robotizr per una piattaforma software “No code”. Menzione riservata a prototipi e innovazioni sperimentali nella robotica, nuovi dispositivi o nuove tecnologie ad elevato potenziale per applicazioni future o nuovi settori della robotica.

Food a Qbrobotics per Yuka Robotics - Smart grasp for foods. Menzione dedicata all’innovazione tecnologica nel settore agroalimentare, con elementi innovativi in termini di tecnologia, applicazione e/o modello di business

Health a Comau per Esoscheletro MATE-XB. Questa menzione è dedicata all’innovazione tecnologica nel settore della medicina, salute e benessere, con elementi innovativi in termini di tecnologia, applicazione e/o modello di business.

I numeri della robotica mondiale: Italia in sesta posizione

L’Italia ricopre la sesta posizione a livello mondiale in termini di robot industriali installati con circa 12.000 robot venduti nel 2022 e un incremento del 6.5% rispetto all’anno precedente, mentre a livello globale i dati pubblicati dalla International Federation of Robotics parlano di circa 553.000 unità vendute nel mondo nel 2022, con una crescita del 5%.

Il 10%, circa 55.000, sono robot collaborativi, un dato in crescita del 36% rispetto al 2021 e più del doppio rispetto a due anni prima, ma che, tuttavia, rappresenta ancora una nicchia dal grande potenziale.

Il mercato più grande è la Cina con una quota del 52%, seguita a distanza da Giappone, Stati Uniti, Corea, Germania e Italia, mentre rispetto alla densità (numero di robot utilizzati ogni 10mila dipendenti nel manifatturiero) la prima posizione è occupata dalla Corea, la Cina scivola in terza e l ‘Italia è quattordicesima. (Fonte: Vdma).

“Dati che indicano un grande potenziale di crescita, soprattutto tra le Pmi italiane”, ha affermato Patrick Schwarzkopf, Managing Director Vdma Robotics + Automation Association e Keynote speaker al Solution Award. “L'Europa è ben posizionata nella robotica e automazione, ma deve intensificare gli sforzi per rimanere all'avanguardia dell'innovazione”.

Tendenze future, non solo nella robotica industriale

Patrick Schwarzkopf

Patrick Schwarzkopf ha poi indicato quattro tendenze che caratterizzeranno la robotica industriale nei prossimi anni:

“No code Robotic”. È la possibilità di programmare e utilizzare robot collaborativi senza essere necessariamente programmatori esperti. Questa tendenza democratizzerà l’utilizzo dei cobot, favorendone l’adozione anche nelle Pmi.

“Cobot”. Con la robotica collaborativa l’uomo e i robot lavoreranno sempre più a stretto contatto. Si andrà verso soluzioni di automazione che mettono le persone al centro, perché così si aumenta la produttività e si migliorano gli ambienti di lavoro.

“MoMa”, Mobile Manipulator. Sono le piattaforme mobili sulle quali sono montati robot collaborativi. Questa tendenza cambierà fondamentalmente il layout degli ambienti produttivi e aumenterà significativamente la flessibilità.

“Robot di servizio”. L’impatto dell’Intelligenza Artificiale Generativa aprirà nuovi scenari alla robotica, consentendo di colloquiare con i robot e conferendo agli stessi una destrezza più simile a quella umana. In un futuro, già dietro l’angolo, si diffonderanno i cosiddetti robot di servizio, cani robot e umanoidi, in particolare nella ristorazione e nella sanità.

Le risposte della robotica industriale alle sfide dell’Europa

La robotica e l'automazione sono le tecnologie abilitanti per affrontare le grandi sfide dell'Europa. Tra queste, la neutralità climatica e la sostenibilità. Si pensi alla produzione di energia fotovoltaica e all’utilizzo di robot per lo smontaggio e il riciclo di prodotti arrivati a fine vita.

Ma anche trovare risposte ai cambiamenti demografici che stanno causando carenza di manodopera. Questo permetterà di mantenere alta la produttività, aumentando la competitività dell'industria e rendendo l'Europa più resiliente.

Solution Award 2024 premia l’innovazione nella robotica industriale - Ultima modifica: 2024-03-07T19:41:00+01:00 da Nicoletta Buora