HomeProdottiSick presenta i sensori fotoelettrici laser W12L

Sick presenta i sensori fotoelettrici laser W12L

In qualità di smart sensor con comunicazione IO-Link, l'ultimo nato di casa Sick consente di gestire numerose sfide del rilevamento di oggetti.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Massimiliano Luce

Prestazioni, affidabilità e facilità d’uso. Sick propone la nuova famiglia di prodotti W12L. Una generazione di sensori fotoelettrici laser, nata per fissare nuovi standard.

La famiglia di prodotti W12L comprende sensori fotoelettrici a riflettore con distanza di lavoro fino a 12 m e sensori fotoelettrici a tasteggio con distanze di rilevamento fino a 1,2 m. Il rilevamento risulta sempre affidabile sia da vicino che sulle notevoli distanze di lavoro offerte dal sensore W12L.

Il punto luminoso estremamente preciso, prodotto dai sensori di classe laser 1, consente di rilevare oggetti filiformi e, a seconda della situazione di montaggio, anche attraverso fori molto piccoli. In applicazioni in cui si devono rilevare oggetti con superfici forate, strutturate o non uniformi, la versione con fascio lineare garantisce, grazie alla tecnologia LineSpot, un’affidabilità di rilevamento ottimale.

Il sensore tuttofare di Sick

Un unico sensore per i requisiti più vari e le applicazioni più impegnative: questo desiderio di molti utenti di avere un tuttofare dalla massima flessibilità viene ora soddisfatto grazie alla funzionalità Multimode dei sensori fotoelettrici a tasteggio W12L. Si possono selezionare complessivamente sette modalità di funzionamento. Le modalità soppressione di sfondo, soppressione di primo piano, teach-in a due punti e apprendimento di due punti di commutazione indipendenti garantiscono affidabilità di rilevamento ottimale nei rispettivi compiti. Il Window Mode consente di rilevare oggetti all’interno di una finestra di rilevamento definita. L’Application Select Mode consente al sensore di impostare un tempo di risposta più rapido o una sensibilità aumentata. È possibile anche la misura della distanza misurata. Grazie alla possibilità di selezione MultiMode, W12L offre una configurazione ottimale per ogni tipo di applicazione.

In tal modo l’ufficio progettazione dispone sempre del sensore adatto nella distinta dei sensori e logistica trova sempre il sensore adatto in magazzino. Il personale addetto al montaggio e alla messa in servizio lavora sempre con il sensore corretto nella macchina e il team dell’assistenza può disporre del giusto ricambio per ogni applicazione. Tutto questo consente di risparmiare tempo e costi.

Con l’assistente BluePilot l’avvio è comodo e rapido

Usando il concetto operativo BluePilot l’utente è in grado di avviare le W12L in pochi secondi. I sensori vengono intuitivamente impostati tramite l’elemento di regolazione a pressione-rotazione, in modo rapido, preciso e affidabile. Nelle versioni a riflettore, l’indicatore LED indica il corretto allineamento sul catarifrangente mentre, nelle versioni a tasteggio, fornisce una visualizzazione della distanza impostata.

Durante il funzionamento, BluePilot offre inoltre un’indicazione nel caso in cui la qualità di rilevamento diminuisca a causa di sporco o vibrazioni. Così è possibile correggere tempestivamente eventuali anomalie ed evitare fermi impianto imprevisti.

La robustezza parte dalla custodia

Con W12L, Sick ha pensato proprio a tutto, anche in termini di robustezza. La custodia realizzata con pressofusione di zinco resiste anche ai carichi meccanici, chimici e termici più difficili. Questo garantisce disponibilità elevata e lunga durata anche in ambienti difficili.

Per quanto riguarda il rilevamento, grazie alla capacità di filtrare il segnale luminoso e la luce ambientale, il sensore W12L è in grado di rilevare in modo affidabile oggetti, anche depolarizzanti come giubbotti di sicurezza, imballaggi avvolti da pellicola o nastri adesivi sui pacchi. Questa affidabilità di rilevamento minimizza il rischio di commutazioni indesiderate e di disturbi durante il processo.

Fornitore di dati per diagnostica e monitoraggio

In qualità di smart sensor con comunicazione IO-Link e una propria logica interna, W12L è in grado di eseguire autonomamente degli Smart Task, oltre a fornire dati di processo e informazioni sullo stato.

Inoltre, i sensori W12L forniscono dati per l’autodiagnostica e per la manutenzione predittiva. Grazie a tutto questo, W12L rappresenta un sicuro investimento a lungo termine.

Sick presenta i sensori fotoelettrici laser W12L - Ultima modifica: 2023-01-09T08:00:00+01:00 da Massimiliano Luce
Sick presenta i sensori fotoelettrici laser W12L - Ultima modifica: 2023-01-09T08:00:00+01:00 da Massimiliano Luce