Sensor Fusion: come rendere i dispositivi sempre più intelligenti

Raccogliere e utilizzare dati provenienti da molteplici fonti, tramite sensori multipli, fondendoli insieme,consentirà di ottenere informazioni più complete che permetteranno alle macchine e chi le utilizza di svolgere compiti sempre più complessi e precisi.

Con il termine Sensor Fusion si indica la raccolta e l’utilizzo di dati sensoriali provenienti da molteplici fonti, tramite sensori multipli. Tutto questi ha l’obiettivo di fornire informazioni più precise e affidabili di quelle che si possono ottenere considerando singole fonti.

Molti modelli di Sensor Fusion traggono ispirazione dal corpo umano. Infatti, tramite gli occhi sono tratte informazioni visive che sono trasmesse al sistema nervoso centrale. O ancora, quando si sta mangiando, giungono al sistema nervoso centrale informazioni relative alla sensazione, al sapore, dalla bocca, e informazioni olfattive dal naso.

Allo stesso modo, all’interno di sistemi tecnologici basati sul Sensor Fusion, più sensori raccolgono e inviano informazioni a un repository in cui sono immagazzinate e da cui possono essere utilizzate.

Nell’Industrial Internet of Things (IIoT), il Sensor Fusion ha un ruolo strategico. Infatti, nello IIoT, i sensori sono responsabili della raccolta dei dati relativi alla diverse funzioni dell’impianto o della macchina. Ogni dispositivo è in genere collegato a più sensori; di conseguenza è fondamentale che i dati raccolti siano convogliati agli utenti nel modo più adeguato al contesto.

Garantire un miglior funzionamento delle macchine

Nei dispositivi IIoT, il Sensor Fusion è determinante non solo per fornire agli utenti una raccolta più completa di dati, ma anche e soprattutto per garantire un migliore funzionamento delle macchine. Attraverso l’analisi delle informazioni, infatti, malfunzionamenti che possono portare a guasti possono essere spesso individuati precocemente, evitando costosi interventi sull’impianto e momenti di fermo-macchina non previsti.

Gli ingranaggi collegati a sistemi di Industrial Internet of Things sono dotati di sensori che sono in grado di monitorare la qualità dell’olio, la temperatura, il livello di vibrazione e la velocità dell’ingranaggio; considerando più parametri in contemporanea si possono realizzare analisi più accurate. Per esempio, se si vuole esaminare il problema dell’aumento di temperatura in un oggetto o in un sistema, è importante non solo analizzare la temperatura dell’elemento considerato, ma anche l’aumento della temperatura dell’ambiente un cui è inserito.

Ancora, studiando congiuntamente i dati di vibrazione e la velocità di un insieme di ingranaggi si potrebbe comprendere che un particolare attrezzo non è allineato correttamente. Un problema di questo tipo risulterebbe molto meno evidente se le informazioni relative alla vibrazione e alla velocità fossero valutate individualmente. In questo caso il funzionamento della macchine finirebbe col peggiorare, obbligando l’azienda, in futuro, a costose spese di manutenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here