Robot per ispezionare i serbatoi di stoccaggio petrolchimici con il progetto nautilUS

Il progetto nautilUS è una tecnologia robotica all’avanguardia  per l’ispezione di serbatoi di stoccaggio petrolchimici. Electrocomponents plc, fornitore globale di soluzioni e servizi, annuncia che il progetto nautilUS è entrato nella fase di convalida.

Un consorzio industriale con sede nel Regno Unito ha iniziato i test sul campo per un’ispezione sostenibile e a basso costo in ambienti pericolosi utilizzando la robotica per un sistema di test non distruttivi.

nautilUS entra nella fase 2

nautilUS 2 è un’estensione di 12 mesi del progetto triennale, che consente di passare dalla fase iniziale di sviluppo e test alla consegna di un prodotto commercialmente valido basato sulla tecnologia impiegata. I test sul campo si stanno svolgendo su 10 serbatoi d’acqua negli Emirati Arabi Uniti (UAE), condotti dal partner del progetto Sonomatic, provider di servizi di esplorazione di petrolio e gas, che sta fornendo il sensore e il servizio NDT. Altri due partner del consorzio stanno fornendo supporto a distanza durante questa seconda fase, con Electrocomponents, leader del progetto e responsabile dell’adempimento della consegna, e InnoTecUK, provider della piattaforma robotica.

Gli impianti di stoccaggio del petrolio e del carburante richiedono un’infrastruttura robusta e affidabile, per questo un’ispezione regolare è fondamentale per garantire che i serbatoi siano sempre adatti per l’impiego. I metodi di ispezione esistenti spesso prevedono che i serbatoi di stoccaggio vengano messi fuori servizio per essere svuotati e ispezionati per la corrosione: un lavoro pericoloso, lungo e costoso.

La soluzione robotica

Una risposta a questo problema arriva da un piccolo robot che può monitorare e tracciare la propria posizione mentre esegue le ispezioni. Il robot nautilUS utilizza telecomandi attivi in tempo reale per muoversi all’interno di un serbatoio e una sonda a ultrasuoni per prendere le misure dell’assottigliamento del pavimento. Al termine dell’ispezione, il robot registra i dati relativi alla posizione per la post-elaborazione. Il design del robot assicura il più piccolo ingombro possibile per consentire l’ingresso ai serbatoi di stoccaggio dei liquidi attraverso piccoli tombini.

“Il progetto è stato ora esteso di altri 12 mesi, grazie agli ulteriori finanziamenti ottenuti da parte dell’innovativo consorzio industriale, che riunisce competenze complementari di molte aziende e diverse organizzazioni nel Regno Unito”, ha dichiarato Mike Burrows, Senior Innovation Adviser di Electrocomponents.

“Siamo entusiasti di vedere il progetto rilasciare il “proof of concept” e passare alla fase successiva della sua evoluzione con test sul campo e possibile commercializzazione. La piattaforma e i dispositivi di ispezione NDT hanno fatto registrare un grande interesse da parte di più di 60 operatori e società di ispezione. Siamo convinti che questa piattaforma non solo dimostrerà il proprio valore per l’industria petrolchimica, ma aprirà anche molte opportunità per il riutilizzo delle tecnologie impiegate nella robotica e nel sistema”.

Il progetto nautilUS

Il progetto nautilUS è un consorzio con sede nel Regno Unito, sostenuto da diverse aziende e istituzioni globali, che hanno iniziato a lavorare insieme nel febbraio 2018 per progettare e sviluppare una soluzione NDT (Non-Destructive Testing) certificata del valore di diversi milioni di sterline.

Co-finanziato da Innovate UK, il consorzio completo include InnoTecUK, London South Bank University, Sonomatic e TWI. Inoltre, il modello Quality Functional Deployment (QFD) per il progetto è stato sviluppato tramite RS Monition, il servizio specializzato in condition monitoring e manutenzione di Electrocomponents.

Il programma iniziale di sviluppo triennale del progetto nautilUS è iniziato nel febbraio 2018, e il prototipo del robot ha intrapreso la sua primissima ispezione di un serbatoio di petrolio in ambiente industriale nell’estate del 2020, raggiungendo con successo il proof of concept del progetto.

Oltre alle attività svolte dai membri del progetto, la piattaforma di progettazione DesignSpark di Electrocomponents ha fatto parte del team multidisciplinare durante tutto il progetto.

Il progetto nautilUS è raccontato dettagliato in questo articolo: https://www.rs-online.com/designspark/nautilus-the-answer-to-low-cost-oil-tank-inspection.

Ulteriori informazioni sui test sul campo sono disponibili su: https://www.rs-online.com/designspark/project-nautlius-to-commence-field-trials.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here