Robot guardia carceraria

Negli ultimi anni il Ministero dell’Economia sudcoreano ha investito ingenti capitali nella ricerca e sviluppo di nuove tecnologie robotiche. Da qualche tempo nel carcere sudcoreano di Pohang, nell’ambito di un progetto pilota un robot sta coadiuvando il difficile lavoro di sorveglianza delle guardie carcerarie. I tre robot hanno un’altezza di 1,5 metri, sono dotati di una videocamera ad alta definizione e altri sensori, il compito principale è di sorvegliare i detenuti in ogni istante e avvisare le guardie in caso di movimenti sospetti. I robot si muovono su quattro ruote e percorrono costantemente tutti i corridoi del carcere e controllare i detenuti nell’arco dell’intera giornata: mentre lavorano, le ore dei pasti e nelle pause. Secondo alcuni esperti se si raggiungono gli obiettivi prefissati, nei prossimi anni questa particolare applicazione rappresenterà un business molto significativo per questo settore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here