HomeFactory AutomationRoboticaCambio utensile automatico: come funziona e quali vantaggi porta in produzione

Cambio utensile automatico: come funziona e quali vantaggi porta in produzione

Il cambio utensile automatico applicato ai robot introduce numerosi vantaggi in termini di efficienza, qualità, flessibilità e sicurezza nei contesti di produzione.

Leggi la rivista ⇢

  • n.7 - Luglio 2024
  • n.6 - Giugno 2024
  • n.5 - Maggio 2024

Ti potrebbero interessare ⇢

Laura Rubini

Il cambio utensile automatico è un sistema che consente a un robot industriale di sostituire gli utensili utilizzati durante il processo di lavorazione in modo del tutto automatico, senza richiedere l'intervento umano. Il cambio utensile automatico è una tecnologia oggi molto diffusa nelle industrie manifatturiere, utilizzata per ottimizzare i processi di produzione.

Come funziona il cambio utensile automatico

Un sistema di cambio utensile automatico è costituito da una serie di componenti. Troviamo dispositivi di presa, magazzini per utensili e attuatori che permettono al robot di afferrare e sostituire gli utensili necessari per eseguire diverse operazioni di lavorazione.

Il cambio utensile automatico per robot rappresenta un'importante innovazione nel campo della produzione industriale. Questo sistema introduce numerosi vantaggi in termini di efficienza, qualità, flessibilità e sicurezza sul lavoro. Grazie a questa tecnologia, le aziende possono rafforzare la competitività sul mercato e affrontare con successo le sfide di un'economia sempre più dinamica e globale.

I vantaggi del cambio utensile automatico per robot

Sono diversi i vantaggi del cambio utensile automatico per robot. Questo sistema permette prima di tutto la riduzione dei tempi morti e degli scarti di produzione. Grazie alla rapidità del cambio degli utensili, i tempi di fermo macchina sono minimizzati, consentendo una produzione continua e senza interruzioni. Questo comporta un aumento significativo dell'efficienza e della produttività complessiva dell'impianto.

Inoltre, il cambio utensile automatico contribuisce a migliorare la qualità dei prodotti finiti. Grazie alla precisione e alla costanza nell'esecuzione dei cambi utensile, si riducono al minimo gli errori di lavorazione. Si ottiene anche una maggiore uniformità di lavorazione.

Un altro aspetto importante è la flessibilità introdotta dai sistemi di cambio utensile automatico per robot. Questi sistemi sono facilmente adattabili a diversi tipi di utensili e lavorazioni. Permettono così alle aziende di gestire una vasta gamma di produzioni senza modificare manualmente gli impianti. Le aziende sono più propense a gestire le variazioni della domanda di mercato e sono più competitive nella produzione su commessa.

Infine, il cambio utensile automatico contribuisce anche a creare migliori condizioni di lavoro per gli operatori. Eliminando la necessità di interventi manuali per il cambio degli utensili, si riducono i rischi di incidenti sul lavoro e si liberano risorse umane per altre attività ad alto valore aggiunto.

Cambio utensile automatico e collaborativo: il sistema EQC di Gimatic

Tra i sistemi di cambio utensile automatico oggi disponibili sul mercato, c'è la famiglia EQC di Gimatic. Gimatic ha sempre avuto l'obiettivo di offrire soluzioni che consentano agli utenti di massimizzare l'efficienza dei loro macchinari e della loro produzione, per ottenere una durata più lunga e ridurre gli sprechi. E la famiglia EQC ne è un esempio.

Gimatic ha sviluppato la serie di cambia utensili elettrici EQC per le applicazioni che necessitano di un cambio automatico dell'unità di presa, come nel caso degli End Of Arms Tooling (EOAT): dispositivi di presa formati da vari prodotti (pinze, sensori, staffe) per i quali Gimatic è un leader nella progettazione.

EQC è un sistema Plug & Play costituito da una componente attiva (lato A) e una flangia meccanica passiva (lato B). La componente attiva è generalmente collegata al polso di un robot. Una o più flange sono invece collegate agli organi di presa intercambiabili. Il cambia utensile EQC dispone di connessioni pneumatiche (fino a un massimo di 6). Le connessioni elettriche sono disponibili invece come accessori.

La famiglia EQC include tre taglie: EQC05, EQC20, EQC100. Tutte condividono alcune caratteristiche: la versione totalmente automatica; l'impiego per applicazioni di robotica collaborativa; le flange ISO 9409 facoltative per la connessione diretta con il robot; il cavo di alimentazione con connettore M8x1 a 8 pin; l'alimentazione a 24 Vcc a bassa tensione.

Il sistema di cambio utensile automatico EQC nel Kit Cobot Gimatic

Il dispositivo di sostituzione utensile elettrico EQC è disponibile anche in uno dei Kit Cobot di Gimatic. Negli anni recenti, la società si è orientata verso l'universo dei cobot, sviluppando risposte mirate per i robot collaborativi. Le soluzioni consistono in veri e propri Kit Plug & Play, completi di software plug-in. Permettono una connessione diretta al polso, favoriscono l'eliminazione di cavi elettrici lungo il braccio del cobot e un'installazione Plug & Play semplice e immediata.

I Kit Cobot Gimatic danno la possibilità di semplificare l'impiego dei robot collaborativi e di disporre, in un solo articolo, di tutti i componenti indispensabili per l'uso della pinza o del cambia utensile.

Per esempio, il Kit EQC20 facilita la sostituzione dell’EOAT e comprende tutti gli elementi essenziali per fornire energia elettrica e pneumatica all'attrezzo. La soluzione Plug & Play rende l'installazione un gioco da ragazzi, senza bisogno di configurazione. Il kit è compatibile con tutte le pinze Gimatic. Questo sistema, tramite l’utilizzo di connettori RFID opzionali, è integrabile nel sistema RFID Gimatic per l’identificazione della mano di presa.

Gimatic non fornisce solo prodotti ai suoi clienti. Offre una gamma di servizi che vanno dalla stampa di pezzi 3D presso l'headquarter allo sviluppo di una avanzata tecnologia NFC-RFID per il tracciamento delle mani di presa, fino a un servizio accurato rivolto alle aziende globali.

Cambio utensile automatico: come funziona e quali vantaggi porta in produzione - Ultima modifica: 2024-04-02T08:00:50+02:00 da Laura Rubini