HomeScenariPresentato il Piano per la Strategia energetica nazionale

Presentato il Piano per la Strategia energetica nazionale

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Massimiliano Cassinelli

É stata aperta lunedì 12 giugno la Consultazione pubblica sulla Strategia energetica nazionale che, per un mese, potrà essere commentata da tutti i cittadini e dai rappresentanti delle associazioni.

Si tratta di un articolato documento nel quale vengono illustrati gli obiettivi alla base delle priorità di azione e le modalità per raggiungerli.

In particolare, si legge nel documento, gli obiettivi del Piano varato nel 2013 sono ancora attuali, soprattutto per quanto riguarda la necessità di “migliorare la competitività del Paese, continuando a ridurre il gap di prezzo e costo dell’energia rispetto alla UE e assicurando che la transizione energetica di più lungo periodo (2030-2050) non comprometta il sistema industriale italiano ed europeo a favore di quello extra-UE”. Da qui anche l’obiettivo di completare la decarbonizzazione entro il 2030, oltre a “migliorare la sicurezza di approvvigionamento e la flessibilità e sicurezza dei sistemi e delle infrastrutture”.

Proprio nell’ottica di migliorare la nostra competitività, il documento sottolinea la necessità di “azzerare il gap di costo tra il gas italiano e quello del nord Europa, nel 2016 pari a circa 2 €/MWh”, così come si pone l’obiettivo di “ridurre il gap sui prezzi dell’elettricità rispetto alla media UE”. Basti pensare che, secondo i dati ufficiali forniti dallo stesso Ministero, nel 2015 tale gap era di 35 €/MWh per la famiglia media e del al 25% per le imprese.

In quest’ottica, il Piano attualmente in discussione si pone gli obiettivi di:

  • promuovere ulteriormente la diffusione delle tecnologie rinnovabili baso-emissive che hanno o stanno raggiungendo la maturità; l’Italia, dato il suo posizionamento geografico, ha a disposizione un importante potenziale accessibile da sfruttare per conseguire il target, e può farlo a costi di sistema più contenuti rispetto al passato;
  • favorire interventi di efficienza energetica che permettano di raggiungere gli obiettivi massimizzando i benefici e contenendo i costi di sistema;
  • perseguire una politica d’innovazione per sviluppare ulteriormente le tecnologie esistenti e individuare nuove tecnologie ad alto potenziale.

    In estrema sintesi, come viene riassunto nelle pagine introduttive del documento, la crescita economica sostenibile sarà ottenuta focalizzandosi su sei priorità d’azione:

  1. sviluppo delle rinnovabili
  2. efficienza energetica
  3. sicurezza energetica
  4. competitività dei Mercati Energetici
  5. accelerazione nella decarbonizzazione del sistema: il phase out dal carbone
  6. tecnologia, ricerca e innovazione

Il modulo per esprimere i propri commenti, le osservazioni e le proposte è disponibile al seguente link.

Presentato il Piano per la Strategia energetica nazionale
- Ultima modifica: 2017-06-14T07:00:06+02:00
da Massimiliano Cassinelli
Presentato il Piano per la Strategia energetica nazionale - Ultima modifica: 2017-06-14T07:00:06+02:00 da Massimiliano Cassinelli