La soluzione Common Safety per proteggere i processi industriali

Da sempre, una delle sfide principali per le industrie produttive è riuscire a garantirsi il massimo output possibile mantenendo l’operatività sempre affidabile e sicura.

Non sempre, però, le aziende prendono nella giusta considerazione il valore aggiunto che può venire dalla possibilità di ottimizzare allo stesso tempo, anche il consumo di energia e materie prime: una possibilità che oggi, grazie alla digitalizzazione, è possibile sfruttare molto più facilmente che in passato, perché la connettività consente di aggregare dati che provengono dai diversi sistemi di impianto per analizzarli e usarli al fine di adattare in tempo reale i processi.

Di recente a questa possibilità di “unificare” i dati provenienti da diversi processi si è affiancata anche la possibilità di “unificare” il controllo dei diversi aspetti dei processi utilizzando componenti elettronici sempre più performanti, che offrono vantaggi nell’operatività e semplificano anche gli aspetti di progettazione, realizzazione.

Questi nuovi componenti possono aiutare le aziende industriali a migliorare la profittabilità migliorando la sicurezza, l’affidabilità e l’efficienza operativa, unendo mondi che storicamente erano sempre stati separati, come, ad esempio, i sistemi di controllo e i sistemi di sicurezza, adottando un nuovo approccio che si definisce “common safety”.

La “Common Safety” supera le tradizionali pratiche di progettazione che prevedono che nei sistemi di controllo le funzionalità di controllo siano fisicamente separate e indipendenti dalle funzionalità di sicurezza, essendo collocate su diversi componenti hardware e software: tipicamente un PLC/PAC e un componente dedicato, spesso da cablare insieme.  Oggi però, grazie all’evoluzione tecnologica che permette alle industrie di sfruttare comunicazioni Ethernet trasparenti e sicure e grazie all’evoluzione dell’hardware, nascono soluzioni di nuova generazione, che permettono di ottenere lo stesso livello di separazione, all’interno di un singolo modulo: ottenendo, appunto, la Common Safety.

M580 Safety PLC: la potenza dell’ePAC e la gestione della sicurezza per i processi industriali

Schneider Electric propone il Modicon M580 Safety PLC, che si rivolge alle industrie di automazione di processo anche ibrido per portare tutti i vantaggi associati a questo nuovo approccio, inclusa una maggiore rapidità nel creare, implementare, mettere in funzione nuovi sistemi e una semplificazione architetturale che aiuta a rendere più agevole la manutenzione. Il Modicon M580 Safety è certificato per essere utilizzato in applicazioni del manufacturing (IEC62061,ENISO13849) come in applicazioni di processo (IEC61508, EN54-2, NFPA,EN50156 ) grazie alla sua flessibilità hardware che gli permette di rispondere a requisiti di molteplici settori con il massimo del grado di sicurezza.

Il Safety Controller M580 ha un’architettura che consiste in due distinti microprocessori. Un sistema è dedicato alle funzionalità di safety, l’altro al controllo. Ognuno dei due microprocessori ha la sua memoria dedicata per ospitare programmi operativi, dati ecc. Lo scambio di dati tra i due sistemi avviene usando un’area di memoria dedicata esclusivamente a questo.  Questo design ha l’obiettivo di evitare che i malfunzionamenti di un sistema producano impatti sull’altro, pur avendo un singolo pacchetto PLC in cui controllo e sicurezza possono condividere gli stessi tool di programmazione e la struttura I/O, come altri sistemi nell’impianto. Questo si traduce nella possibilità di gestire la sicurezza funzionale e le logiche standard di processo, con un unico controllore hardware (anche in configurazione ad Alta Disponibilità) ed un unico progetto software.

Tutto questo è possibile perché l’approccio common safety si colloca in un contesto industriale digitalizzato, abilitato dall’Internet of Things e soprattutto sicuro anche dal punto di vista cyber. Modicon M580 Safety infatti si inserisce nella piattaforma IIoT EcoStruxure Plant di Schneider Electric ed offre agli operatori una piattaforma con una capacità di comunicazione e gestione diagnostica disponibile anche su device mobili, aumentando la capacità di ottenere un continuo miglioramento nel troubleshooting.

Il Safety Controller M580 offre in sicurezza la totale trasparenza e un flusso di dati in tem­po reale che attraversa tutta l’architet­tura di controllo; questo permette ai clienti di trovare un migliore equilibrio tra gestione e performance degli asset anche sui sistemi di sicurezza. Le sinergie che si ottengo­no in questo modo hanno dimostrato di poter ridurre tempi e costi durante tutto il ciclo di vita di un progetto, garantendo un ritorno sull’investimento pieno e misurabile in tempi più rapidi.

Per saperne di più: scarica la brochure dedicata a Modicon M580 Safefy

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here