Giorgio Metta è il nuovo direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia

Giorgio Metta e iCub: il robot “bambino”.

Giorgio Metta, il papà di iCub, il robot umanoide simbolo dell’Istituto Italiano di Tecnologia(IIT), subentra a Roberto Cingolani come direttore scientifico.

Metta – in una foto di repertorio – già vice direttore scientifico di IIT oltre che direttore dell’iCub Facility, è dal 2012 professore di robotica cognitiva all’università di Plymouth nel Regno Unito, dopo esperienze al MIT e nella stessa università di Genova. Per IIT ha gestito i rapporti con gli enti finanziatori e le relazioni internazionali. E’ coautore di più di 300 pubblicazioni scientifiche e nel 2015 ha pubblicato con Cingolani il libro ‘Umani e Umanoidi’ (Il Mulino). E’ inoltre membro del Comitato Scientifico della rivista Automazione Integrata di Tecniche Nuove.

Cingolani, 57 anni, ha guidato l’Istituto per 15 anni e dopo il passaggio di testimone potrebbe restare per occuparsi di trasferimento tecnologico.

Il direttore scientifico dell’istituto ha responsabilità su strategie, gestione operativa e sulla gestione del piano scientifico. IIT è una fondazione di diritto privato creata per legge nel 2003, finanziata e vigilata dallo Stato, ma non è un ente pubblico come Cnr e università, e può quindi assumere ricercatori senza il vincolo dei concorsi pubblici, ma con sistema all’americana e verifiche periodiche dei risultati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here