HomeK4 intelligenza artificialeCreatività artificiale: svilupparla è possibile?

Creatività artificiale: svilupparla è possibile?

Associata alla capacità di fare innovazione, la creatività è anche espressione artistica in generale. L’intelligenza artificiale sta iniziando a mostrarsi creativa, determinando non poche contraddizioni concettuali. Scopri quali, scaricando gratuitamente l'articolo.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

La Redazione

Tra le molte definizioni della creatività, c’è quella che la descrive come la capacità di creare qualcosa che sia innovativo e che venga riconosciuto come tale dalla comunità. Questa definizione si collega a una risorsa considerata di estremo pregio nell’ambito aziendale: il problem solving.

Ma la creatività è anche, forse in maggior misura, associata al talento artistico, pur non essendovi un legame univoco. Detto diversamente, la creatività è intrinsecamente legata non solo alla sfera artistica e all’invenzione, ma anche all’innovazione intesa come trasformazione che, attivata da novità, consente di migliorare prodotti e processi per mantenere competitive le aziende.

Considerando che stiamo vivendo in un contesto di continua espansione dell’intelligenza artificiale, stante le potenzialità del machine learning ci si potrebbe chiedere se sia possibile insegnare la creatività a una macchina, da cui una creatività artificiale.

Scaricando l’articolo gratuito potrai avere la risposta a questa domanda. Inoltre, scoprirai:

  • Cos’è la computational creativity
  • Come fare arte utilizzando l’intelligenza artificiale

e molto altro..

Creatività artificiale: svilupparla è possibile? - Ultima modifica: 2022-11-03T17:21:08+01:00 da La Redazione
Creatività artificiale: svilupparla è possibile? - Ultima modifica: 2022-11-03T17:21:08+01:00 da La Redazione