Boom di visitatori a MECSPE 2019, un’edizione densa di contenuti innovativi

La sinergia dei saloni tematici e la contaminazione delle competenze hanno premiato ancora una volta l’appuntamento annuale di Senaf a Fiere di Parma, il MECSPE, che ha registrato 56.498 visitatori, +6% rispetto al 2018, 2.355 aziende presenti su 120.000 mq di superficie espositiva, a riprova di una manifestazione in continua crescita in un mercato vivace e strategico.

Una virtuosa opportunità per gli operatori

MECSPE genera in primis una virtuosa opportunità di matching tra gli stessi espositori dei diversi comparti presenti, fornitori e clienti dell’intera supply chain dell’industria manifatturiera.

Grazie alla sinergia dei 12 saloni tematici e alla contaminazione delle competenze, espositori e visitatori hanno vissuto la fiera come un’importante occasione di business e un proficuo momento di confronto e di aggiornamento sulle tematiche dell’innovazione, sempre più centrali per la competitività delle imprese Made in Italy.

La forza dei contenuti

L’ottimo risultato della fiera è frutto anche dei contenuti ancora più innovativi di questa edizione, luogo in cui mostrare i sistemi che contribuiscono a disegnare la fabbrica del futuro e valido momento di dialogo tra le aziende che vogliono essere protagoniste della quarta rivoluzione industriale.

Una trasformazione ben rappresentata dal Tunnel dell’Innovazione, nato dalla collaborazione con il Cluster Fabbrica Intelligente (CFI), in cui sono stati presentati i quattro progetti faro di Ansaldo Energia, ABB Italia, Tenova/Ori Martin e Hitachi Rail Italy, selezionati dal CFI per conto del Ministero dello Sviluppo Economico.

MECSPE Bari, dal 28 al 30 novembre 2019

“La collaborazione con il Cluster Fabbrica Intelligente ci ha dato modo di raccontare le aziende faro, quelle che, assecondando le linee di intervento del CFI, sono state individuate dal Ministero dello Sviluppo Economico come esempio di digitalizzazione e miglioramento dei processi produttivi nei confronti delle PMI Italiane e dei mercati internazionali. – commenta Emilio Bianchi, Direttore di Senaf – I risultati di questa edizione ci stimolano a fissare obiettivi ancora più sfidanti e a raggiungere nuovi traguardi. Ed è per questo che abbiamo pensato ad un nuovo appuntamento dedicato alla manifattura 4.0. La prima edizione di MECSPE Bari, che si terrà dal 28 al 30 novembre 2019, all’interno della Nuova Fiera del Levante, mostrerà il futuro della fabbrica anche al Centro Sud, con l’obiettivo di supportare le imprese del bacino del Mediterraneo nell’affrontare le nuove sfide della digitalizzazione e nel cogliere le potenzialità del mercato, con attenzione ai principali settori meccatronica, automotive e aerospazio”.

I focus della manifestazione

Tra i focus al centro della tre giorni espositiva di Parma, in particolare sostenibilità e green economy, con numerosi workshop e appuntamenti dedicati e il riconoscimento che MECSPE ha deciso di assegnare alle aziende particolarmente attente alle tematiche ambientali – attraverso la creazione del percorso “Io faccio di più”.

Altro tema cardine quello della formazione, che ha trovato ampio spazio con 67 tra iniziative speciali e convegni volti ad avvicinare cultura e conoscenza applicata, e a soddisfare il fabbisogno di competenze tecniche manifestato dalle imprese.

La kermesse, a sostegno di questo, si è proposta anche come ponte tra il mondo industriale e quello accademico inaugurando “MECSPE Young & Career”, un’area interamente riservata all’incontro tra aziende espositrici e giovani diplomati/laureati, per rispondere alle istanze più urgenti espresse dal comparto manifatturiero italiano, che spesso fatica a reperire personale specializzato anche a causa della scarsa attrattività che l’industria esercita sui giovani in cerca di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here