Aumenta la spesa in intelligenza artificiale

A livello globale, secondo un recente studio di IDC (International Data Corporation), società specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori ICT e dell’innovazione digitale, per il 2019 si può stimare per l’intelligenza artificiale un aumento della spesa complessiva del 44%, arrivando a quasi 40 miliardi di dollari, e nel 2022 si potrebbero superare i 79 miliardi, con un tasso di crescita composto annuo (CAGR) pari al 38% nel periodo 2019-2022. I Paesi che spenderanno di più in tecnologie in varie forme inquadrabili come Cognitive and Artificial Intelligence Systemssaranno gli Stati Uniti (il 60% del totale) e la Cina, mentre il Giappone sarà il Paese in cui si avrà il maggior aumento di investimenti (+64%); altro dettaglio, dopo il 2022 è molto probabile che sarà la Cina la superpotenza dell’intelligenza artificiale. In termini di settori, il retali sarà quello in cui si faranno più investimenti,  circa 6 miliardi di dollari, in particolare per soluzioni per l’automazione dell’assistenza clienti e per lo shopping. Importante anche la spesa del settore bancario, con 5,6 miliardi di dollari, soprattutto per la cybersecurity e la protezione dei conti correnti e delle transazioni da attacchi informatici di varia natura. Tra gli altri settori a investimenti crescenti, sono citati il manifatturiero e la sanità pubblica e privata, mentre come velocità di adozione di soluzioni di intelligenza artificiale sarà più rapida la Pubblica Amministrazione centrale e locale di tutto il mondo, seguita dal mercato dei servizi e dal settore educazione/istruzione/formazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here