Con FactoryTalkTeamONE si fa gioco di squadra e s’incrementa la produttività

Mauro Galano, Solution Architect Visualization Rockwell Automation

L’impiego di App in ambienti industriali sta diventando sempre più comune. E’ il caso di FactoryTalk TeamONE, applicazione sviluppata da Rockwell Automation, in stretta collaborazione con Microsoft, per velocizzare la diagnostica d’impianto e aumentare la produttività attraverso la collaborazione dei team.

“Il nome TeamONE – ci dice Mauro Galano, Solution Architect Visualization Rockwell Automation – rappresenta quello che è il nostro obiettivo è cioè la produttività per il team, il tutto in un pacchetto piacevole e facile da usare. Si scarica l’App – disponibile per smartphone Ios e Android – e si entra a far parte del team. Una volta iscritti è possibile ricevere notifiche, condividere un problema, chiedere informazioni e chattare con altri membri del gruppo. In questo modo, i membri del team con competenza possono supportare altri membri che ne hanno bisogno, condividendo rapidamente le informazioni necessarie”.

Oggi, in molte industrie, gli operatori addetti all’impianto, per risolvere fermi di macchine o problemi connessi, devono collegarsi al server, accedere a dispositivi e fonti di dati, muovendosi  tra i portali di informazione e dando la caccia a colleghi che hanno esperienza con quello specifico problema. Con FactoryTalk TeamONE è, invece, possibile la collaborazione, la condivisione delle conoscenze, la visualizzazione  della diagnostica di produzione, l’interazione con gli allarmi delle macchine e con i dispositivi per la risoluzione dei problemi, riducendo, di fatto, il tempo medio di riparazione.

“TeamONE –  spiega Galano – ha all’interno un motore server, un database e un sincronizzatore. Il sistema non si basa su una comunicazione client-server, ma ogni dispositivo è un nodo intelligente. Si tratta della prima applicazione industriale sul mercato che unisce i dati degli operatori e quelli dei dispositivi in modo immediato e frictionless. Inoltre, TeamONE può ottenere i dati in tempo reale collegandosi direttamente ai dispositivi di automazione a livello locale tramite wi-fi, senza dover collegare i dispositivi attraverso Internet. Non sono necessari server, né software specifici. Tutto ciò che serve per iniziare è il dispositivo e l’applicazione”.

Sono previste implementazioni di nuove funzioni, la connettività a dispositivi di terze parti e un kit di sviluppo software per consentire la creazione di moduli e contenuti.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here