Nuovo robot Fanuc Arc Mate 100iD per saldatura ad arco

0
65

Con il nuovo robot per saldatura ad arco Arc Mate 100iD, Fanuc arricchisce la gamma dei robot Arc Mate con un innovativo modello che assicura prestazioni eccellenti e la massima semplicità di integrazione.

Il nuovo robot, che verrà ufficialmente presentato al pubblico in occasione della fiera EMO 2017 ad Hannover, prosegue il percorso di produttività e accessibilità intrapreso dal suo predecessore Arc Mate 100iC/12.

Fanuc Arc Mate 100iD raggiunge la più elevata velocità degli assi e precisione della sua categoria. Perfetto per essere installato in spazi ristretti e per il montaggio a pavimento, soffitto o ad angolo, questo modello offre il miglior rapporto sbraccio-corsa-area operativa ed elevata compattezza, grazie alla pinza porta-elettrodo e al passaggio dei cavi nel grande albero cavo (57 mm), polso e corpo del robot. L’instradamento congiunto del cablaggio dei sensori e dell’aria compressa semplifica l’integrazione del robot e la sua manutenzione, e garantisce una maggiore durata dei cavi, senza il rischio di interferire con le periferiche esterne.

Con il suo alimentatore ottimizzato, il profilo sottile e l’ingombro ridotto, Arc Mate 100iD è ideale per la realizzazione di celle di saldatura compatteA fronte di uno sbraccio di 1420 mm, capacità di carico al polso di 12 kg e 6 assi di movimento, si tratta del migliore riferimento nella sua classe. La superficie curva e sinuosa protegge il robot dagli schizzi di saldatura; il robot ha protezione IP54, IP67 per il braccio e l’asse J3.

Come tutti i robot Fanuc, le prestazioni sono completate da una serie di funzionalità intelligenti che comprendono il sistema di visione iR Vision integrato, oltre a sensori, telecamere e pinze di presa.

Infine, è possibile usufruire di un’ampia gamma di opzioni software dedicate alla saldatura ad arco, così come di funzioni specifiche per la sicurezza (come Dual Check Safety). Il tool Roboguide WeldPro per la simulazione offline offre, poi, un valido supporto per l’ottimizzazione del design della cella e ne migliora l’efficienza produttiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here