Epson T3: la rivoluzione compatta degli scara

0
357

 

Sinta (distributore Epson Robot in Italia) presenta al mercato italiano quella che sarà la nuova rivoluzione nel mondo dei robot scara. Una rivoluzione marchiata Epson. Sono stati presentati tre prodotti innovativi per il mondo della robotica. Il primo oggetto è un robot scara leggero, snello e preciso. Il secondo oggetto è un controller compatto e aperto alla comunicazione. Il terzo oggetto è un ambiente di programmazione semplice e potente. Un robot, un controller e un ambiente di programmazione. Ma non si tratta di tre prodotti separati. Si tratta di un unico prodotto: il T3. Con il T3 oggi Epson ha reinventato lo scara. Ha riunito in un unico prodotto tutto “quanto basta” per realizzare automazione di qualità. E lo ha fatto ad un prezzo unico: € 7.500,00 (+ IVA).

Piccolo, leggero, compatto: come il precedente best-seller LS3, il nuovo T3-A401S (nome completo del robot) può muovere fino a 3 kg su un’area di raggio massimo 400 mm e una corsa verticale di 150 mm, pesando solo 16 kg. È adatto ad applicazioni che richiedono buona velocità e ottima precisione (ripetibilità di 0.02 mm).

Fin qui nessuna novità rispetto all’LS3, di cui condivide buona parte della meccanica. Ora però i motori sono dotati di encoder assoluti senza batteria, per cui la manutenzione richiesta è davvero ridotta al minimo. E il controller è integrato nel basamento, riducendo ulteriormente gli ingombri necessari all’installazione.

Continuo nella novità: progettato con le stesse interfacce elettriche e lo stesso software di programmazione del resto della gamma Epson, il T3 è dotato di una connettività di base, che include 18 input/12 output e una porta Ethernet (Modbus TCP o protocollo libero) sul basamento, e 6 input/4 output sul braccio del manipolatore (gestiti direttamente dal controller per comandare pinze, ventose o altro).

A queste dotazioni standard, è poi possibile aggiungere numerose opzioni: tutti i bus di campo più comuni (Profibus, Profinet, Devicenet, Ethernet/IP, CC-Link), una tastiera di apprendimento veloce (TP2) o di programmazione (TP3), un sistema di visione integrato (Vision Guide), uno strumento di sviluppo per GUI (GUI Builder) e altro ancora.

L’ambiente di sviluppo software RC+, ormai giunto alla versione 7.3, aumenta gli strumenti a disposizione del programmatore, soprattutto in ambito di diagnostica e gestione della manutenzione e di simulazione grafica 3D, tra cui la segnalazione delle attività di manutenzione da svolgere in funzione dell’utilizzo del robot e la possibilità di importazione guidata di percorsi a partire da disegni CAD. Uno strumento software facile da utilizzare ma, allo stesso tempo, potente e flessibile, che valorizza l’hardware del robot.

Si è quindi di fronte ad un prodotto plug-and-play e all-in-one, il quale raggruppa tutte le virtù di una soluzione ben riuscita: qualità, efficienza, efficacia e prezzo. A queste si aggiungono poi i servizi di Sinta, che includono la pronta consegna del robot e un servizio di assistenza a 360° (per ogni aspetto tecnico e commerciale, dal pre- al post-vendita).

Molte applicazioni che fino a ieri venivano realizzate con sistemi cartesiani o con scara più costosi, verranno progettate d’ora in poi con robot T3, dato che la facilità di installazione ed utilizzo e il prezzo interessante rendono il T3 un’alternativa da tenere assolutamente in considerazione.

Infine, un’ulteriore buona notizia per chi fosse interessato al prodotto ma avesse in mente applicazioni co un carico maggiore: è in arrivo il T6, la versione con un carico di 6 kg, che potrà accompagnare il fratello minore T3 nella rivoluzione di scara compatti Sinta/Epson appena cominciata.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here