HomeApplicazioniSicurezza per la produzione della birra

Sicurezza per la produzione della birra

Il birrificio König si è avvalso per il suo sistema di sollevamento pallet di una soluzione ifm per la sicurezza dei suoi lavoratori.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Vittoria Lugli

Il birrificio König di Duisburg è in grado di riempire ogni ora fino a 55 mila bottiglie, le quali vengono poi smistate in apposite casse. Il prelievo per gli ordini e la preparazione per la consegna avvengono nell'area di stoccaggio intermedia. Nel corso di questa catena di processi le casse devono essere portate su piani diversi. Ne consegue che l’elemento fondamentale dell’intralogistica di questa fabbrica sia un sistema di sollevamento pallet adeguatamente dimensionato.
Per garantire la migliore protezione possibile dei dipendenti nell'area di lavoro di questi trasportatori verticali, il birrificio König ha aggiornato i suoi dispositivi di sicurezza con le griglie fotoelettriche di sicurezza di ifm.

Un hub logistico con ascensori in continuo movimento

"Le casse vengono portate a destinazione su dei pallet", spiega Roland Schoppmann, responsabile della manutenzione dell'impianto di riempimento. A seguito delle modifiche strutturali avvenute nel corso degli oltre 160 anni di storia dell'azienda, le singole stazioni attraverso le quali la birra passa, dall'imbottigliamento alla consegna, sono distribuite su più piani. Il fulcro di questo sistema è costituito da cinque sollevatori, ognuno dei quali può trasportare un pallet con un massimo di 40 casse.
Questi montacarichi non sono praticamente mai fermi: "In meno di un minuto - sottolinea Schoppmann - un pallet viene riempito ed è pronto per essere trasportato al magazzino intermedio. Anche le casse vuote devono essere consegnate alla stessa velocità. Inoltre, c'è il flusso di pallet verso la rampa di consegna”.

"Non possiamo permetterci un fermo a lungo termine degli ascensori", dichiara il responsabile della manutenzione. Per poi aggiungere: “Per eseguire lavori di manutenzione sul sistema di trasporto è necessario mantenere accessibili le aree antistanti i sollevatori, ai quali non è comunque possibile accedere se funzionanti, dato il rischio troppo elevato in termini di sicurezza in cui gli operatori incorrerebbero. Ecco perché i punti di accesso alla zona degli ascensori sono stati dotati di barriere luminose di sicurezza, in modo che gli elevatori possano arrestarsi immediatamente se qualcuno attraversa il campo di protezione".

La massima sicurezza possibile per i sollevatori di pallet

Il birrificio König ha migliorato le misure di tutela dei suoi lavoratori affidandosi ai prodotti di sicurezza di ifm, azienda leader a livello globale nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di sensori, controllori, software e sistemi per l’automazione industriale.

Come funzionano le griglie di sicurezza ifm installate a Duisburg?

In modo intelligente, perché consentono sì il passaggio senza ostacoli del materiale attraverso il campo di protezione, ma arrestano il movimento degli ascensori non appena una persona lo varca. Questa funzione (detta “muting”) è integrata nelle unità ifm, e la discriminante tra pallet e persona è resa possibile da sensori optoelettronici già predisposti nelle griglie, i cosiddetti sensori di muting, i quali a seconda dei requisiti del materiale da trasportare monitorano l'area del nastro trasportatore nella zona di pericolo mediante fasci luminosi incrociati o paralleli.

Nel primo caso la posizione e la larghezza dell'oggetto sono determinanti, e solo se entrambi i fattori vengono “letti” come corretti le barriere fotoelettriche vengono interrotte simultaneamente e la griglia fotoelettrica silenziata. Nel secondo gli oggetti possono essere “identificati” anche se in posizioni diverse e con larghezze differenti. Le griglie fotoelettriche di sicurezza ifm sono disponibili con sistemi di sensori per entrambe le varianti di muting, ma dal momento che nel birrificio König si trasportano sugli ascensori solo pallet di larghezza fissa, viene utilizzato un sistema di sensori con muting incrociato.

Un sistema di sensori per rispettare tutte le norme di sicurezza

Il sistema di sensori viene collegato tramite connettori già predisposti, e con una procedura estremamente semplice, direttamente all'unità di base. Uno dei vantaggi della soluzione ifm consiste nel fatto che il sistema stesso può essere integrato con relativa facilità nell'infrastruttura esistente, eliminando così le spese accessorie che si dovrebbero sostenere per la posa dei cavi dai sensori di muting all'armadio di controllo centrale. Inoltre, sia nelle unità di base, sia nei sistemi di sensori associati, sono integrati LED ben visibili, il che facilita notevolmente l'allineamento delle griglie fotoelettriche. A seconda della versione, l'unità di base di una griglia fotoelettrica può monitorare un campo di protezione con un'altezza fino a 910 millimetri e una larghezza massima dell'area fino a 12 metri. Tutti i requisiti tecnici relativi agli standard previsti dalle norme attualmente in vigore per i monitor di area vengono pienamente soddisfatti dalle griglie di sicurezza di ifm.

Ifm: la forza della competenza e dell’esperienza.

“Avevamo già collaborato con ifm in altri settori dell'automazione, rimanendo soddisfatti non solo per la qualità dei prodotti forniti, ma anche per il rapporto instauratosi, basato su una partnership orientata alla soddisfazione dei nostri bisogni", asserisce Schoppmann. "Per questo motivo - prosegue - abbiamo deciso di scegliere le applicazioni di ifm legate alla sicurezza, convinti anche dalla competenza e dall’esperienza maturata in questo campo e palesata dai suoi tecnici durante una visita di ricognizione alla nostra azienda”. Un primo progetto pilota ha poi dimostrato la facilità di gestione delle griglie di sicurezza di ifm, dando così il via a quello definitivo. “Per noi - assicura Schoppmann - si tratta di un'altra misura di successo per proteggere sempre al meglio i nostri dipendenti nelle aree automatizzate". Per ifm la soddisfazione di aver aiutato il birrificio König ad incrementare la sicurezza nel suo stabilimento di Duisburg a beneficio dei propri dipendenti.

Sicurezza per la produzione della birra - Ultima modifica: 2024-05-31T10:30:00+02:00 da Vittoria Lugli