HomeApplicazioniRubinetti di ottone unici in breve tempo con il metal additive

Rubinetti di ottone unici in breve tempo con il metal additive

Grazie alla stampante 3DBRASS, la prima stampante 3DMEC in grado di produrre componenti in ottone, Rubinetterie Bresciane Bonomi è riuscita a ridurre il time to market e a soddisfare le esigenze di personalizzazione dei clienti.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Francesca Nebuloni

Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A., storica azienda italiana nata nel 1901 e affermatasi nel tempo come leader nel settore valvolame e raccorderia, è finalmente pronta a produrre prototipi meccanici con 3D4BRASS. Si tratta della prima stampante 3D al mondo che permette di produrre i componenti direttamente in ottone.

Grazie all’installazione di 3D4BRASS, avvenuta a fine 2021, l’azienda sarà la prima al mondo a produrre prototipi direttamente in ottone. Ciò comporterà un vantaggio concorrenziale e l’apertura di nuove opportunità di business per il futuro.

Obiettivo: velocità

Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A. è sempre stata attenta all’importanza d’innovarsi per rimanere al passo con la tecnologia della quarta rivoluzione industriale. Non solo, l’azienda ritiene anche fondamentale velocizzare sempre più la produzione e offrire ai propri clienti componenti personalizzati e unici nel minor tempo possibile

Le esigenze dell’azienda bresciana di accorciare il time to market sono state analizzate da Ivano Corsini, CEO di 3DMEC S.r.l. e inventore della prima stampante 3D focalizzata sugli acciai, 3D4STEEL.

Due anni fa, Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A. ha lanciato a 3D4MEC S.r.l. la sfida di produrre componenti in ottone con il metal additive. La sfida sembrava impossibile, dato che, prima di 3D4BRASS, non era presente una soluzione efficace, veloce ed economica per produrre componenti in ottone con l’additive.

Ivano Corsi, CEO di 3DMEC S.r.l.

Sempre al passo con la tecnologia

Corsini e il suo team hanno soddisfatto le richieste, inventando la prima stampante a tecnologia L-PBF. Questa era in grado di produrre in poche ore componenti direttamente in ottone. Grazie a 3D4BRASS, Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A. potrà ora velocizzare la prototipazione e consegnare ai propri clienti prototipi già in ottone e funzionanti. In questo modo, non solo verrà accorciato il time to market ma, grazie al metal additive, sarà possibile produrre geometrie complesse e componenti originali, avvantaggiandosi sulla concorrenza.

3D4BRASS è stata ottimizzata e personalizzata sulle esigenze produttive di Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A., che ha aderito a sessioni di formazione personalizzata per imparare a utilizzare la stampante in piena autonomia.

Un evento dedicato

Ivano Corsini ha presentato 3D4BRASS a un evento a porte chiuse, tenutosi a Sasso Marconi, Bologna, il 9 settembre 2021, invitando alcuni fra gli imprenditori più importanti e intraprendenti che hanno fatto la storia del settore rubinetteria e valvolame.

«Sono molto orgoglioso del traguardo che abbiamo raggiunto, portando a termine con successo la sfida lanciata da Rubinetterie Bresciane Bonomi, azienda d’eccellenza che tra le prime ha compreso l’importanza delle tecnologie additive. Ancora una volta, 3DMEC ha dimostrato che l’innovazione gioca un ruolo fondamentale per confermare la propria leadership sul mercato. Confido che gli imprenditori e le imprese italiane, grazie alle stampanti 3D4MEC, possano ampliare le loro quote di mercato, acquisire più clienti e migliorare i loro processi, in modo da ricoprire la posizione di spicco che meritano a livello nazionale ed internazionale», dichiara Corsini.

Provare per credere

Come ha ribadito l’Ing. Giovanni Poli, Responsabile dell’Ufficio Tecnico di Rubinetterie Bresciane Bonomi, l’azienda sfrutterà 3D4BRASS per avvantaggiarsi sui concorrenti ed entrare nel futuro delle smart factory. Fra gli obiettivi, l’Ing. Poli ha sottolineato la volontà di rivoluzionare l’approccio con i clienti, mostrando loro prototipi in ottone prodotti in poche ore per differenziarsi dalla concorrenza e soddisfare le richieste. 

Il passaggio produttivo dai metodi tradizionali all’additive manufacturing può sembrare complesso e rischioso per alcuni imprenditori. Per questo, Corsini ha ideato il percorso 3D4YOU che permette alle aziende meccaniche italiane di provare una stampante 3D prima di comprarla per conoscerne l’impatto economico e l’efficacia produttiva.

Con una visione al futuro e la capacità di investire nell’innovazione, Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A. ha dimostrato di essere una delle aziende più all’avanguardia del settore e di voler crescere mettendo al centro i clienti e le loro necessità.

«Il metal additive è il futuro e i benefici che dà alle aziende come la produzione di piccole preserie per la validazione di nuovi prodotti e la conseguente riduzione del time to market sono solo l’inizio di un percorso di crescita e d’innovazione e di una visione a lungo termine», ha concluso l’Ing. Giovanni Poli.

L’installazione di 3D4BRASS, infatti, per Rubinetterie Bresciane Bonomi S.p.A. è solo il primo passo di un percorso che sfrutta l’additive manufacturing per ottimizzare la produzione e rispondere alle domande del mercato con soluzioni sempre più ottimizzate.

Rubinetti di ottone unici in breve tempo con il metal additive - Ultima modifica: 2022-03-24T16:52:58+01:00 da Francesca Nebuloni
Rubinetti di ottone unici in breve tempo con il metal additive - Ultima modifica: 2022-03-24T16:52:58+01:00 da Francesca Nebuloni