HomeIniziative ed eventiObiettivi, priorità e vision: RS Group punta all’eccellenza

Obiettivi, priorità e vision: RS Group punta all’eccellenza

Il recente rebranding da Electrocomponents in RS Group testimonia la volontà dell’azienda di accrescere le proprie performance.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Massimiliano Luce

Attiva in 32 paesi con 700 mila prodotti a magazzino di più di 2500 fornitori. Altri 3 milioni di prodotti non a stock, per clienti presenti praticamente in ogni angolo del mondo. Ricavi maturati soprattutto attraverso canali digitali (62%) e siti globali che raggiungono 15 milioni di visite mensili.

Nato nel 1937 e forte di una grande eredità, RS Group punta a essere sempre protagonista e allineata ai tempi. Oggi l’azienda abbraccia con decisione valori quali la digitalizzazione, il rispetto dell’ambiente, l’attenzione verso le comunità e le politiche di inclusione.

“Anche nel mondo digitalizzato di oggi, le richieste dei clienti non sono cambiate molto”, ha spiegato Mike England, Chief Operating Officer di RS Group. “Ciò che resta immutata è l’etica del servizio che mette il cliente al primo posto”.

Volumi, marginalità e prezzi

Mike England, Chief Operating Officer di RS Group

L’azienda opera sul mercato come partner globale di soluzioni omnicanale integrate per clienti industriali B2B. “Aiutiamo i progettisti, i costruttori e i manutentori di attrezzature industriali a lavorare in modo sicuro e sostenibile”, ha sottolineato England.

E i clienti dimostrano di apprezzare. Negli ultimi anni l’azienda è puntualmente cresciuta più del mercato, aumentando i profitti in tutte e tre le regioni. Nell’ordine Emea (62% dei ricavi), America (28%) e Asia pacifica (10%).

“La profittabilità delle regioni è guidata da volumi più alti, dal lavoro condotto sulle marginalità e dall’ottimizzazione dei prezzi”, ha segnalato England.

I prodotti e i servizi di RS Group sono indirizzati a diversi settori. La ripartizione dei ricavi del Gruppo vede protagonisti innanzitutto il settore automazione e controllo (23%), elettronico (22%), impianti e manutezione (21%) ed elettrico (21%).

Come diventare una grande azienda

La missione dell’azienda ora è di alzare ancora di più l’asticella. Da qui la strategia che passa anche tramite il rebrand da Electrocomponents a RS Group, con il suo apporto razionalizzatore. Come sostiene Mike England, “un brand, un team e una cultura” per RS Pro, RS Integrated Supply, RS Safety Solutions, RS DesignSpark e OKdo.

Non a caso Mike England parla di “viaggio verso la grandezza (GREATness)”. Ovvero galvanizzare una cultura ad alto rendimento e orientata allo scopo. Realizzare un’esperienza cliente di livello mondiale. Estendere saggezza, intuizioni e dati. Accelerare verso un’attività innovativa basata sulle soluzioni. Trasformare le capacità esecutive. Tutti tasselli di un unico mosaico per una crescita ad alta qualità.

“La cultura aziendale deve rappresentare un vantaggio competitivo”, ha aggiunto Andrea Barrett, vice president social responsabilità & sustainability. “Per questo investiamo continuamente nelle nostre risorse umane in termini di benessere e training. Per noi è importante semplificare la struttura del nostro personale per crescere in tutta tranquillità”.

Un piano a quattro pilastri

In virtù del suo ruolo aziendale Barrett ha ricordato anche la centralità del piano d’azione ESG 2030, in ottica ambientale, sociale e di governance.

“Il piano d’azione si basa su quattro pilastri”, ha proseguito Barrett. “Promuoviamo la sostenibilità attraverso lo sviluppo di operazioni, prodotti e servizi sostenibili. Sosteniamo l’istruzione e l’innovazione, allo scopo di coinvolgere la prossima generazione di ingegneri e innovatori, tra cui la comunità e il centro risorse DesignSpark. Miriamo inoltre a responsabilizzare la forza lavoro, supportando la presenza di donne in posizioni di leadership e le politiche di inclusione. Infine operiamo in modo responsabile attraverso standard etici e ambientali”.

Nel concreto il Gruppo RS punta alle emissioni zero entro il 2030 per le operazioni dirette ed entro il 2050 per le attività legate alla catena del valore.

Già oggi l’azienda ha ottenuto una riduzione del 50% delle emissioni di Scope 1 e Scope 2 e del 17% in riferimento all’intensità delle emissioni Scope 3 legate ai trasporti. L’88% dell’elettricità giunge da fonti rinnovabili.  

Servizi, omnicanalità e personalizzazione

Il punto di forza del Gruppo RS del futuro saranno le soluzioni. Come dice Mike England una combinazione di esperienza, prodotti e servizi.

“Le soluzioni migliorano l’efficienza operativa”, ha spiegato England. “I clienti cercano semplicità e riduzione dei processi. La nostra offerta copre il ciclo di vita del cliente e ci fa passare da logiche transazionali a relazioni strategiche”.

Da questo punto di vista, il digitale è decisivo tanto quanto l’omnicanalità. Il 95% dei viaggi dei nuovi clienti comincia online.

“I dati e gli insight anticipano le richieste dei clienti”, ha proseguito England, “aumentando la personalizzazione. Oggi sono più di 15 milioni le visite web e più di 2,7 milioni i documenti tecnici scaricati mensilmente”.

Grazie alla immediatezza dei rapporti intrattenuti con loro, RS Group è oggi in grado di offrire una esperienza B2C ai suoi clienti B2B, sposando facilità di incontro con qualità dell’offerta. Un mix promettente anche per il futuro.

Obiettivi, priorità e vision: RS Group punta all’eccellenza - Ultima modifica: 2022-06-22T09:00:00+02:00 da Massimiliano Luce
Obiettivi, priorità e vision: RS Group punta all’eccellenza - Ultima modifica: 2022-06-22T09:00:00+02:00 da Massimiliano Luce