MATE: Fit for Workers

Immaginate il supporto che i vostri operatori possono avere indossando questa tecnologia durante lo svolgimento delle loro attività quotidiane.

Comau, leader mondiale nel settore dell’automazione industriale avanzata, presenta MATE, il suo primo innovativo esoscheletro indossabile. MATE (Muscular Aiding Technology Exoskeleton) è stato progettato per migliorare la qualità del lavoro in modo efficiente fornendo un’assistenza costante e avanzata al movimento dell’ operatore durante l’esecuzione di operazioni ripetitive. Collocati nell’ era HUMANufacturing (human-manufacturing), che esprime l’approccio dell’azienda all’Industria 4.0, l’ idea di introdurre esoscheletro nelle industrie nasce dall’ importanza data all’ergonomia nelle attività quotidiane.

Il progetto

Raccogliendo le esigenze degli operatori in fabbrica: così è stato ideato l’esoscheletro MATE Fit for Workers che si adatta al corpo dell’ uomo garantendo un supporto posturale durante alcune attività lavorative. MATE fornisce un supporto agli arti superiori utilizzando un’ avanzata struttura passiva a molle regolabile secondo diversi livelli di assistenza, senza bisogno di impiegare batterie o  motori elettrici, immagazzinando e trasformando l’ energia meccanica potenziale.
La scelta del livello di assistenza dipende sia dall’antropometria dell’ operatore sia dal tipo di attività da svolgere. MATE è in grado di replicare accuratamente qualsiasi movimento della spalla, mentre aderisce al corpo come una “seconda pelle”.

Progettato secondo criteri di ergonomia nell’ambito di una partnership stretta con Össur, leader nel settore dei dispositivi ortopedici non invasivi, e Iuvo, spin-off dell’Istituto di BioRobotica (Scuola Superiore Sant’Anna) specializzata in tecnologie indossabili, Mate è stato progettato per migliorare la qualità del lavoro in modo efficiente e altamente ergonomico fornendo un’assistenza costante e avanzata al movimento dell’operatore durante l’esecuzione di operazioni ripetitive o quotidiane. La struttura a molla dal design ergonomico facilita i movimenti ripetitivi delle braccia e riduce gli sforzi del trapezio e del deltoide grazie a un supporto posturale leggero, traspirante ed efficace. Ne deriva un comfort maggiore per l’operatore e una migliore qualità di vita lavorativa; allo stesso tempo aumentano sia l’efficienza che la qualità produttiva grazie all’assistenza costante al movimento nel corso di attività manuali e ripetitive.

HUMANufacturing

Tobias Daniel, Robotics and Automation Products Global Sales & Marketing, ha commentato: “Siamo particolarmente orgogliosi di aver sviluppato questa innovativa tecnologia indossabile. MATE è stato progettato in stretta collaborazione con gli operatori all’interno dello stabilimento per rispondere direttamente alle loro specifiche esigenze di lavoro. Grazie al nostro esoscheletro possono compiere le medesime operazioni, con minor fatica. Per Comau, questa rappresenta inoltre un’opportunità straordinaria per raggiungere un mercato globale che, secondo l’IFR, è cresciuto di oltre il 60% dal 2015 al 2017 e si stima che continuerà a crescere, a un tasso annuo del 25% sino al 2020. Riteniamo che il settore industriale costituirà circa un terzo delle applicazioni adatte all’impiego dell’esoscheletro.”

Rispecchiando la visione e l’impegno di Comau verso lo sviluppo di tecnologie innovative, aperte e di facile utilizzo, MATE è un componente importante della strategia di HUMANufacturing Technology dell’azienda, un’espressione attraverso la quale tutte le persone sono protagoniste nella smart factory, insieme a strumenti digitali avanzati, tecnologie abilitanti e prodotti robotici industriali ‘intelligenti’ all’interno di un sistema di produzione collegato in rete. Inoltre, è il primo di una serie di tecnologie robotizzate indossabili che Comau sta sviluppando e commercializzando in partnership con IUVO e Össur. Un aspetto fondamentale di questa collaborazione è il desiderio congiunto di fare progredire ed evolvere la collaborazione tra l’uomo e la macchina, in diversi settori industriali e non, come quello biomedicale.

Solo per fornire un esempio delle possibili applicazioni in fabbrica, MATE è utilizzabile in attività di assemblaggio, verniciatura, avvitatura, manipolazione di oggetti e sotto scocca.

Sviluppare la biotecnologia

​IUVO, società spin-off dell’Istituto di Bio Robotica (Scuola Superiore Sant’Anna) attiva nel campo delle tecnologie indossabili, ha recentemente ricevuto un investimento congiunto da Comau e Össur.

IUVO è stata fondata nel 2015 da un team di post-dottorati, professori e ricercatori, con l’obiettivo di sfruttare i risultati di progetti di ricerca nazionali ed europei, come il CYBERLEG ICT FP7. Comau e Össur detengono la quota di maggioranza di IUVO; nella joint venture stipulata tra Comau e Össur, Comau è a sua volta il socio di maggioranza. Questa nuova azienda è sostenuta dalle forti competenze strategiche e tecnologiche che ogni partner apporta. Il focus dell’azienda è sulla ricerca e sviluppo, nonché sul lancio di nuove tecnologie robotiche indossabili, come gli esoscheletri.

Comau, leader mondiale nella progettazione di soluzioni di automazione avanzate, porta in questo progetto la sua visione innovativa, la propensione verso tecnologie ‘aperte’ e facili da utilizzare, e la sua capacità di realizzare robot affidabili. Össur è rinomata per fornire soluzioni avanzate e scientificamente collaudate nel settore dell’ortopedia non invasiva che migliorano la mobilità umana. La competenza ingegneristica di IUVO nel campo delle tecnologie indossabili è infine completata dal prestigio e dall’esperienza della Scuola Superiore Sant’Anna.

Un aspetto fondamentale di questa azienda è il desiderio comune di sviluppare ed evolvere la collaborazione uomo-macchina in diversi settori, tra i quali l’ingegneria biomedica, la produzione manifatturiera e il mondo consumer. Con sede all’interno dello HUMANufacturing Innovation Center Comau di Pontedera (Pisa), in Italia, e servendosi della collaborazione di un gruppo di ingegneri e ricercatori, IUVO utilizza le competenze congiunte di un team esteso per sviluppare e commercializzare tecnologie indossabili. HUMANufacturing è la via di Comau verso un’automazione industriale ‘aperta’ e facile da usare, in cui gli esseri umani e i robot lavorano insieme senza ostacoli e barriere.

“Questa joint venture rappresenta un passo fondamentale per la creazione di esoscheletri robotizzati indossabili che possano migliorare la mobilità e la qualità della vita umana”, ha sottolineato Mauro Fenzi, CEO di Comau. “Unendo il know-how e le tecnologie abilitanti di ogni partner, siamo in una posizione unica per estendere l’uso della robotica al di là del settore manifatturiero e verso una realtà globale più avanzata. Credo che il fattore distintivo di un progetto come IUVO sia la combinazione tra le competenze di Comau nel settore dell’automazione e la vasta esperienza di Össur nel campo della bionica, rafforzato dalla capacità di realizzare prodotti, come gli esoscheletri, capaci di dimostrare i vantaggi della robotica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here