HomeIndustria 4.0Digital TransformationLe opportunità del 5G per lo smart manufacturing

Le opportunità del 5G per lo smart manufacturing

La diffusione del 5G per lo smart manufacturing comporterà enormi benefici. Scopri quali sono le 5 aree principali in cui emergono questi benefici, con alcuni esempi di casi d'uso reali.

Leggi la rivista ⇢

  • n.4 - Novembre 2022
  • n.3 - Settembre 2022
  • n.2 - Maggio 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Laura Rubini

Utilizzando il modello econometrico della Gsma e di Frontiers Economics, il Centro Studi Tim, nel Rapporto “Smart Italy 5G” (2021), ha calcolato in 393 miliardi di euro il contributo complessivo del 5G alla crescita del PIL italiano nel periodo 2021-2040. Di questi, 160 miliardi saranno generati dai servizi per le persone, mentre 233 deriveranno dai ricavi dei servizi realizzati con l’IoT.

Lo smart manufacturing, in particolare, avrà enormi benefici dall’avvento del 5G: la connettività è requisito primario per abilitarne le tecnologie fondanti. Tra queste, ci sono sistemi industriali di automazione e controllo, sistemi di progettazione e pianificazione che simulino processi industriali, applicazioni per la raccolta e il monitoraggio dei dati, il tracciamento dei prodotti nella value chain, la stampa 3D.

C’è anche la possibilità di avere un layout di fabbrica flessibile grazie a un più rapido ed economico riposizionamento delle linee e dei macchinari connessi al 5G, al remote commissioning e alla creazione di Digital Twin.

Il rapporto stima che, grazie al miglioramento dello scambio di informazioni lungo la catena di approvvigionamento, la produttività aumenterà fino all’1%. Il beneficio sarà di circa 2,5 miliardi di euro all’anno a partire dal 2025. Inoltre, grazie alla possibilità offerta dal 5G di mappare il ciclo di generazione e smaltimento rifiuti nei processi industriali, si valuta di arrivare a ridurne la produzione di circa l’1%. Il beneficio economico sarebbe di 106 milioni di euro all’anno.

Il 5G e i benefici (misurabili) nell’industria

A livello generale, il 5G ha tutto il potenziale per sostenere l’industria manifatturiera nella sua trasformazione digitale. Il 5G presenta tutte le caratteristiche necessarie per diverse applicazioni, come nel contesto dell’Industrial IoT. È infatti in grado di supportare volumi di dati mille volte superiori rispetto alle generazioni wireless precedenti. Può arrivare a velocità di trasmissione dati 100 volte superiori, con un consumo energetico 10 volte inferiore e latenza end-to-end cinque volte inferiore. Il tutto garantendo un’affidabilità del servizio almeno del 99,999%.

5G per lo smart manufacturing

Diversi studi hanno cercato di misurare l’impatto del 5G sull’industria manifatturiera. In questi studi, gli indicatori di prestazione non erano quelli tipici dell’ambito Tlc, come velocità di trasmissione dei dati di picco, efficienza energetica, mobilità, disponibilità del servizio e numero di dispositivi connessi. Erano piuttosto gli indicatori consueti nell’ambito industriale, come il numero di prodotti realizzati o il tempo medio fra i guasti.

È stato calcolato un indice di impatto complessivo per identificare le caratteristiche del 5G che hanno maggiore impatto sull’industria manifatturiera. Queste caratteristiche sono risultate essere l’aggregazione di più fonti dati, la bassa latenza e la scalabilità. Tuttavia, mostrano valori di impatto globali più bassi rispetto al loro impatto specifico in ciascuno dei casi d’uso utilizzati nell’analisi. Ciò prova il fatto che è proprio la specifica applicazione industriale che determina quali siano le caratteristiche del 5G di maggiore importanza.

Le cinque aree di maggiore potenzialità del 5G per lo smart manufacturing

Possiamo individuare cinque macroaree nelle quali il 5G si propone come acceleratore di business per lo smart manufacturing.

1. Comunicazioni in tempo reale, locali o remote, tra componenti di uno stesso circuito di controllo, come sensori, attuatori e unità operative, oppure tra macchine con controller separati che debbano eseguire una attività in modalità collaborativa.

2. Monitoraggio remoto di realtà industriali, eventualmente anche in ottica di manutenzione predittiva qualora vi sia integrazione con soluzioni di intelligenza artificiale o di Big Data Analytics.

3. Robot mobili e veicoli a guida autonoma, come ad esempio nastri trasportatori per movimentare merci, bracci mobili, automated storage e retrieval system per immagazzinare e reperire prodotti.

4. Realtà aumentata e virtuale (per progettazione, vendita, assistenza remota e formazione).

5. Logistica smart (con monitoraggio dalla produzione allo stoccaggio, fino alla consegna al cliente finale).

Il 5G rappresenta una vera e propria rivoluzione tecnologica e un acceleratore economico. Nei contesti industriali, si pone come tecnologia abilitante l’integrazione dei sistemi e l’interconnessione su larga scala di macchine, robot, sensori, veicoli, prodotti e lavoratori.

Le opportunità del 5G per lo smart manufacturing - Ultima modifica: 2022-03-23T16:08:02+01:00 da Laura Rubini
Le opportunità del 5G per lo smart manufacturing - Ultima modifica: 2022-03-23T16:08:02+01:00 da Laura Rubini