La robotica collaborativa fuori dalla fabbrica, giovedì 1 luglio alle 11

Giovedì 1° luglio alle ore 11 si terrà il primo appuntamento di approfondimento delle idee contenute nel manifesto di Universal Robots.

Insieme a Lorna Vatta, direttrice esecutiva del Centro di Competenza Artes 4.0, Antonio Romeo direttore Dintec, consorzio per l’innovazione tecnologica nato da Unioncamere ed Enea, e Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, si metteranno in campo azioni e strumenti per rendere possibile l’implementazione della robotica collaborativa anche in ambito extra manifatturiero, a partire dal settore agricolo

E’ il primo dei quattro eventi connessi al percorso di valorizzazione (e concretizzazione) delle proposte contenute nella Carta delle Idee della Robotica Collaborativa di Universal Robots.

Azioni e strumenti per rendere concrete le idee contenute nella Carta

“Dare gamb alle idee”, questo l’obiettivo con cui si era conclusa, lo scorso 14 aprile, la presentazione del manifesto redatto da Universal Robots insieme a 12 dei maggiori esperti di robotica del Paese. Fornire azioni e strumenti per rendere concrete e attuabili le idee contenute nella Carta chiamando in causa nuovi stakeholder, ciascuno rappresentativo di un settore economico.

«Con la nascita della robotica collaborativa è nato un nuovo modo di pensare l’automazione, che l’ha liberata da tanti vincoli, aprendo un mondo di opportunità», commenta Lorna Vatta, direttrice esecutiva del Competence Center Artes 4.0. «Le nuove tecniche di intelligenza artificiale puntano a facilitarne e migliorarne l’interazione sociale con le persone. I cobot sono ormai disponibili per aggiungere valore in tanti settori dell’economia e non solo in ambito industrial: si avviano a diventare nostri compagni di viaggio verso il futuro in sanità, edilizia, turismo, agricoltura. Ci assisteranno per attività pericolose, di assistenza, oppure per noi noiose».

Ed è proprio grazie alla semplicità di programmazione, alla sicurezza intrinseca e alla flessibilità che li contraddistingue che i cobot potranno trovare applicazione anche al di fuori della tradizionale manifattura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here