HomeScenariIl monito di Cisco Talos sui cybercriminali che stanno sfruttando la guerra...

Il monito di Cisco Talos sui cybercriminali che stanno sfruttando la guerra in Ucraina

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

La Redazione

Come avvenuto durante la pandemia, i cyercriminali stanno approfittando dalla guerra in Ucraina per mettere a segno i loro attacchi finalizzati all’estorsione di denaro.

L’allerta arriva da Cisco Talos, tre le principali organizzazioni private di intelligence sulle minacce informatiche, che all’inizio della guerra in Ucraina ha rilevato un aumento notevole delle minacce informatiche, che hanno preso di mira le accolte di fondi gli aiuti umanitari.

Truffe e malware stanno colpendo chiunque per estorcere denaro, un fenomeno che, purtroppo, sembra in rapido aumento nel corso delle prossime settimane.

Dalle e-mail malevole agli attacchi malware: ecco alcuni eempi

Gli esperti di Cisco Talos segnalano alcuni esempi di richieste di denaro di cui bisogna diffidare: per esempio la richiesta di una donazione a un ente benefico tramite un contatto WhatsApp, o richieste di fondi in Bitcoin.

Altri esempi riferiscono di cyercriminali che spacciandosi per organizzazioni umanitarie inviano e-mail contenenti link malevoli che installano malware in grado di trafugare dati sensibili.

Un altro caso riguarda un messaggio con oggetto “Guerra in Ucraina” che tenta di convincere il destinatario ad aprire il documento Excel in allegato. Quando viene aperto, il documento sfrutta una vecchia vulnerabilità di Microsoft Office e tenta di recuperare un malware da un server controllato dal criminale.

Cisco Talos invita le organizzazioni a prestare molta attenzione alle attività sospette, mettendo in allerta i dipendenti di questo rischio.

Il monito di Cisco Talos sui cybercriminali che stanno sfruttando la guerra in Ucraina - Ultima modifica: 2022-03-18T16:30:00+01:00 da La Redazione
Il monito di Cisco Talos sui cybercriminali che stanno sfruttando la guerra in Ucraina - Ultima modifica: 2022-03-18T16:30:00+01:00 da La Redazione