HomeIndustria 4.0Digital TransformationI dati e il loro valore per creare un’intelligenza aziendale

I dati e il loro valore per creare un’intelligenza aziendale

Un’indagine di IDC rivela che le organizzazioni con un'alta “intelligenza” ottengono benefici di business fino a 3 o 4 volte superiori

Leggi la rivista ⇢

  • n.4 - Novembre 2022
  • n.3 - Settembre 2022
  • n.2 - Maggio 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Nicoletta Buora

Prendere decisioni sulla base dei dati può fare realmente la differenza per un’azienda, creando un un forte vantaggio competitivo.

Nell’ultima indagine Future of Intelligence condotta a livello mondiale, Idc ha evidenziato che le organizzazioni che dispongono di un’eccellente intelligenza aziendale sperimentano benefici di business fino a 3 o 4 volte superiori rispetto alle organizzazioni con un’intelligenza aziendale scadente: crescita dei ricavi, maggiore acquisizione di clienti, migliore tasso di fidelizzazione dei dipendenti e migliore time-to-market.

Cosa si intende per intelligenza aziendale?

La practice Future of Intelligence di IDC la definisce come la capacità di apprendimento di un’organizzazione combinata con la sua capacità di sintetizzare le informazioni di cui ha bisogno per applicare gli insight risultanti su scala più vasta, generando al contempo una forte cultura dei dati. Insieme, queste quattro capacità, supportate da una piattaforma tecnologica adeguata, consentono alle organizzazioni di eccellere nell’intelligenza aziendale.

Creare fiducia non solo nei dati e nella loro infrastruttura di gestione, ma nelle tecnologie e pratiche che trasformano i dati in impatto e valore (dall’analisi al processo decisionale fino alle operations) è dunque fondamentale per il successo delle imprese.

L’intelligenza aziendale necessita quindi di una piattaforma tecnologica moderna e di una forza lavoro in grado di gestire i dati. La tecnologia supporta i team di persone che lavorano insieme per prendere decisioni che portano a risultati aziendali migliori.

Il nodo delle competenze

Pertanto, investire in competenze, organizzazione e cultura per migliorare l’intelligence aziendale è imperativo, ma non facile.

Le imprese che hanno difficoltà a soddisfare la domanda di competenze di cui hanno bisogno devono aumentare l’uso dell’automazione per la diffusione e la sintesi delle informazioni.

L’uso dell’automazione intelligente per catturare le competenze dei lavoratori della conoscenza, incorporare una maggiore automazione dei processi e consentire la condivisione della conoscenza sarà fondamentale per soddisfare la domanda di skill e tenere il passo con la crescita esponenziale dei dati e la velocità del business.

Di questo se ne parlerà a Milano il 19 ottobre nell’evento ibrido IDC Future of Data 2022

I dati e il loro valore per creare un’intelligenza aziendale - Ultima modifica: 2022-09-26T09:52:08+02:00 da Nicoletta Buora
I dati e il loro valore per creare un’intelligenza aziendale - Ultima modifica: 2022-09-26T09:52:08+02:00 da Nicoletta Buora