HomeIndustria 4.0Competence Center 4.0Formazione: le Academy di Smact per l’Industria 4.0

Formazione: le Academy di Smact per l’Industria 4.0

Smact ottiene la certificazione di qualità ISO 9001:2015 EA37 per la formazione e diventa un fornitore riconosciuto ai fini della richiesta del credito di imposta per la formazione 4.0 da parte delle aziende. L’offerta formativa del Competence Center del Triveneto e le agevolazioni fiscali per il 2022.

Leggi la rivista ⇢

  • n.4 - Novembre 2022
  • n.3 - Settembre 2022
  • n.2 - Maggio 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Gaia Fiertler

Smact, il Competence Center con live demo diffuse nel Triveneto e un ecosistema di innovazione che comprende ad oggi 57 soggetti tra università, centri di ricerca, imprese “end user” e fornitori tecnologici, propone Academy verticali e Academy orizzontali per l’upskilling dei dipendenti aziendali. Quelle verticali sono su specifiche aree e funzioni aziendali, come la Logistica 4.0 e la Ricerca e Sviluppo, mentre quelle orizzontali/ trasversali su competenze per gruppi omogenei o misti, come la Cybersecurity.

L’offerta formativa di Smact

Il focus è su alcune tecnologie abilitanti l’Industria 4.0, in particolare Social, Mobile, Analytics & Big Data, Cloud e IoT, trattati dal livello base fino a quello avanzato, passando per l’intermedio. I percorsi sono modulari, con durata variabile a seconda delle esigenze delle singole aziende (dalle 40 alle 80 ore), co-progettati con loro e con un corpo docenti misto, tra professori delle Università del Triveneto e tecnici esperti delle aziende partner. Inoltre, in particolare il format del “Digital Transformation Training” prevede una terza fonte di docenza: testimonial aziendali che abbiano già introdotto con successo le nuove tecnologie.

Le prossime edizioni del Digital Transformation Training saranno a giugno presso il Campus di Portogruaro sugli “Innovation Trends” e, a novembre, a Cortina d’Ampezzo sulla Digital Transformation. Oltre a questi appuntamenti fissi nel calendario di Smact, il format è replicabile per singole aziende e, a livello interaziendale, con la collaborazione delle associazioni di categoria.

Una metodologia didattica che sta dando ottimi risultati ai fini della progettualità e dell’apprendimento è il Design Thinking, che coinvolge funzioni aziendali diverse nel processo creativo per ripensare i processi in chiave di innovazione 4.0 e, proprio per il ruolo attivo svolto dai partecipanti, aiuta a fissare quanto si è sviluppato e appreso.

Smact è anche coordinatore di due percorsi dell’ITS meccatronico Veneto, percorsi che ha progettato e programmato insieme ai propri partner. Le due figure che vengono formate con la collaborazione di Smact sono tecnici superiori di Cybersecurity (Industrial Cybersecurity Specialist) e di Machine Learning (Machine Learning & Data Visualization Specialist).

Agevolazioni fiscali per la formazione 4.0

Le aree tecnologiche che danno accesso al credito d’imposta per la formazione 4.0 sono: Big Data e analisi dei dati, Cloud Computing, Cybersecurity, sistemi cyberfisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia Uomo-Macchina, manifattura additiva, Internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali.

Prerequisito per le aziende per accedere ai fondi formazione 4.0 è che i formatori utilizzati siano accreditati presso la Regione o i fondi interprofessionali o siano certificati ISO 9001 per la qualità della formazione, come nel caso del Competence Center Smact.

In particolare, le agevolazioni fiscali previste per la programmazione 2022 sono:

  • 50% in credito d’imposta per le piccole imprese con un massimo di 300mila euro;
  • 40% in credito d’imposta per le medie imprese con un massimo di 250mila euro;
  • 30% in credito d’imposta per le grandi imprese con un massimo di 250mila euro.
  • 60% per i dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati.

Le spese ammesse per beneficiare del credito d’imposta sono le seguenti:

  • Spese di personale relative ai formatori;
  • Costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione;
  • Costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  • Spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e spese generali indirette per le ore in cui hanno seguito la formazione (ore di mancata produttività). Per spese di personale impegnato nelle attività formative ammissibili, si intende personale con contratto di lavoro subordinato, compreso l’apprendistato.

Inoltre, è previsto un bonus formazione 4.0 nel caso in cui i formatori siano dipendenti aziendali con funzione di trainer interni.

Formazione: le Academy di Smact per l’Industria 4.0 - Ultima modifica: 2022-02-28T08:54:10+01:00 da Gaia Fiertler
Formazione: le Academy di Smact per l’Industria 4.0 - Ultima modifica: 2022-02-28T08:54:10+01:00 da Gaia Fiertler