HomeTecnologiaEvoluzione e applicazioni della graniglia in acciaio nel settore industriale

Evoluzione e applicazioni della graniglia in acciaio nel settore industriale

Il mercato delle graniglie in acciaio è in continua evoluzione, in ottica sempre più green. Vediamo quali sono le nuove tipologie di graniglie introdotte e le applicazioni industriali più diffuse.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

Silvia Marigonda

Il mercato delle graniglie in acciaio è in continua evoluzione. Alcuni tipici impieghi negli ultimi anni sono stati superati, ma parallelamente, sono state introdotte nuove tipologie di graniglie, per soddisfare una vasta gamma di applicazioni. Il tutto, naturalmente, sempre più in ottica green.

Anche la transizione verso l’elettrico rende necessario lo sviluppo di nuovi prodotti. Se resta comunque valido l’utilizzo di graniglie sulle parti metalliche dei veicoli elettrici, il comparto è tuttavia in costante evoluzione.

Infine, particolari ambiti, come quello dell’Oil & Gas, necessitano di graniglie in acciaio in grado di rifinire tubature che rispettino normative estremamente stringenti, per esempio a livello di grado di rugosità ammissibile.

Winoa, uno tra i maggiori produttori di abrasivi metallici al mondo, vanta più di 60 anni di esperienza nei prodotti abrasivi per sabbiatura e pallinatura e, in particolare, nella produzione di graniglie in acciaio ad alto tenore di carbonio per tutte le esigenze industriali. Vediamone alcuni.

Tipologie di graniglie in acciaio

Il processo di produzione delle graniglie in acciaio ad alto tenore di carbonio prevede che la miscela di acciaio fusa venga colpita da un getto d’acqua ad alta pressione. Questo provoca la formazione dei granuli che compongono appunto la graniglia. Essa trova impiego in svariati ambiti, tra i quali la pulizia di pezzi che escono dai processi di lavorazione.

Figura 1. Graniglia angolosa in acciaio

Le proprietà più importanti per gli abrasivi in acciaio sono la durezza, la granulometria, la forma e l’assenza di impurità (assenza di ossidi, contaminanti, eccetera). Le graniglie in acciaio hanno un costo di utilizzo relativamente basso rispetto ad altri prodotti abrasivi, e assicurano allo stesso tempo una maggiore pulizia e preparazione superficiale. Inoltre, sono efficienti e minimizzano il consumo di energia, oltre ad essere riutilizzabili più volte. La graniglia in acciaio è oggi l’abrasivo più utilizzato in assoluto per i vari processi di sabbiatura grazie ai vantaggi che offre in termini di costi, qualità e durata.

La graniglia angolosa in acciaio ad alto tenore di carbonio, in particolare, è disponibile in tre tipologie di durezza: da 40 a 60 sulla scala Rockwell, per soddisfare tutte le esigenze (ad esempio, un pezzo che deve essere sottoposto a verniciatura richiede una graniglia più dura). Svariate sono le sue applicazioni. Si va dall’industria pesante a quella automobilistica (blocchi motore, teste cilindriche, eccetera), dal comparto ferroviario e navale al settore petrolifero, fino agli impianti eolici.

Si tratta di un abrasivo a bassa conduttività per minimizzare la contaminazione superficiale da cloruri. Questa varietà di graniglia, inoltre, è ideale per processi di sabbiatura, eliminazione della ruggine e preparazione delle superfici prima della pittura o del rivestimento. Senza trascurare poi che è un prodotto completamente riciclabile. La graniglia in acciaio angolosa è inoltre utilizzata nel taglio preciso ad acqua per materiali duri, come pietra e metallo. Serve anche per pulire e finire i getti di fonderia e per creare superfici antiscivolo, come quelle necessarie per la sicurezza nei pavimenti industriali.

Graniglia sferica e innovazioni sostenibili

Figura 2. Graniglia sferica in acciaio

Per applicazioni di fonderia e acciaieria è invece particolarmente adatta la graniglia sferica di acciaio ad alto tenore di carbonio. Questa graniglia viene prodotta dalla fusione di rottami di lega ferrosa, con utilizzo di acqua a diversa pressione per formare palline di varia dimensione, successivamente soggette a lavorazione accurata per perfezionarne la sfericità. La microstruttura martensitica fine e omogenea favorisce una durata superiore.

La graniglia sferica permette di pulire e condizionare le superfici. L’elevata sfericità, infatti, consente una distribuzione omogenea dell’energia di impatto sulla superficie trattata, permettendo una finitura liscia e coerente. Questo tipo di graniglia trova impiego nella rimozione di residui di fusione, nella preparazione pre-verniciatura e nella finitura superficiale, dove è fondamentale mantenere l'integrità del pezzo lavorato. Anche in questo caso, la graniglia viene prodotta in modo da ridurne il più possibile il consumo ed è 100% riciclabile.

Con il marchio W Abrasive, Winoa produce abrasivi metallici per tutte le necessità industriali e con una particolare attenzione ai temi della sostenibilità e dell’innovazione: dalle graniglie in acciaio (angolose, sferiche o miscelate) a quelle in acciaio inossidabile (serie Stelux), dalle graniglie per pallinatura (SP e AMS) fino ai cilindretti (as cut e rodato) e agli abrasivi non metallici (come il corindone, le microsfere di vetro o ceramica) e alle cosiddette graniglie premium, miscele realizzate ad hoc, per specifici utilizzi, inizialmente introdotte come prototipo e poi commercializzate. Forte della sua diffusione mondiale, Winoa è in grado di stringere joint venture, nei vari Paesi, con realtà locali di grande valore tecnologico, per produrre abrasivi di altissima qualità e ad alto tasso di innovazione.

Evoluzione e applicazioni della graniglia in acciaio nel settore industriale - Ultima modifica: 2024-07-09T17:23:14+02:00 da Silvia Marigonda