Controllore di movimento MC600PLUS Moog, 4.0 Ready

“Il motion control sarà sempre più al cuore dell’innovazione nei processi industriali. Per anticipare le necessità di un mercato in continua evoluzione, Moog ha ampliato la propria gamma di controllori industriali di macchina MC600 introducendo la release MC600plus, che vanta hardware e software potenziati. L’MC600plus è un progetto tutto italiano, nato dal talento della nostra equipe di ingegneri del sito produttivo di Presezzo (BG) che si è occupata dell’hardware, firmware e software applicativo per il PLC. Una soluzione che incorpora dunque oltre 50 anni di esperienza Moog in qualità di consulente e partner per la progettazione e realizzazione di sistemi completi, secondo un approccio Technologically Nautral. Questo, unitamente al confronto e analisi dei dati raccolti sul campo dalle nostre soluzioni, ci ha permesso di acquisire una visione a 360° delle richieste di OEM, System Integrator e End User, ponendo le basi per attivare il processo di ricerca e miglioramento continuo delle potenzialità dell’MC600plus.” dichiara Fabrizio Brandi, Marketing Manager di Moog Italiana – leader mondiale nella fornitura di soluzioni ad alte prestazioni per il controllo del movimento.

Le principali features dell’MC600PLUS 

L’MC600plus è in grado di dialogare con le infrastrutture pre-esistenti e si distingue per prestazioni, precisione, digitalizzazione, versatilità e tempi di ciclo rapidi. È quindi ideale per numerose applicazioni industriali quali, ad esempio, presse per stampaggio a iniezione e a soffiaggio delle materie plastiche, confezionatrici, macchine utensili e per la formatura dei metalli, oltre che per il segmento testing e powergen. A conferma della sua versatilità, l’MC600plus è ideato per l’uso con tecnologia elettromeccanica, idraulica e ibrida e per essere integrato con componenti che presentano tempi di risposta estremamente rapidi, come quelli della Total Solution Moog.

Potenza di calcolo e connettività della CPU

Tra gli elementi distintivi dell’ultima versione dell’MC600 spicca la potenza di calcolo maggiorata e la connettività della CPU principale. In dettaglio, l’introduzione di un processore quad core permette una computazione ad alta frequenza e la gestione contemporanea di processi complessi, anche in virtù del sistema operativo real-time Linux. Inoltre, grazie al protocollo OPC-UA (Open Platform Communications Unified Architecture) e Euromap 77/83, MC600plus è Industry 4.0 Ready, a favore di un trasferimento dati più semplice tra il controllore e il MES (Manufacturing Execution System).

 Compatibilità con i bus di campo più diffusi

L’MC600plus si configura come la risposta alle esigenze crescenti di soluzioni compatibili con i bus di campo più diffusi, come EtherCAT, CANopen e Modbus-RTU (master fieldbus) e Profinet (slave fieldbus). La progettazione meccanica è stata appositamente studiata per rendere i componenti robusti, di dimensioni compatte (7,5×12,6×13,5 cm) e in grado di operare anche in condizioni critiche, con temperature di esercizio tra -25°C e +70°C. Lo strumento per la programmazione di MC600plus è il MASS (Moog Application Software Suite), di facile utilizzo, basato sull’ultima versione (3.x) di CoDeSys e sullo standard IEC61131-3, per lo sviluppo di programmi applicativi personalizzati. È infatti disponibile un catalogo di applicativi software creati ad hoc, come ad esempio quello per injection molding o la libreria customizzata per l’EAS (Sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica Moog), sinonimo di riduzione dei costi di sviluppo e dei tempi di integrazione.

Più di 15.000 unità MC600 nel mondo 

L’MC600, punta di diamante di Moog, è già stata scelta da 6.000 clienti in più di 20 paesi, per un totale di circa 15.000 unità nel mondo. Una collaborazione che attesta le potenzialità dell’MC600 nel segmento del testing è quella con una società leader nel settore aeronautico. L’Azienda era alla ricerca di un partner per rinnovare il suo simulatore “Iron Bird” dedicato ai test a fatica, della durata di oltre un anno, e dotarlo di un sistema di back up avanzato. A seguito di un approfondito studio, gli ingegneri Moog hanno proposto l’introduzione di una soluzione che vanta un controllore MC600. Questo monitora la pressione e la posizione fino a un massimo di 20 attuatori idraulici. Nell’eventualità di un guasto, l’MC600 attiva e disattiva le valvole per consentire agli attuatori di scendere, a una velocità definita dal Cliente, fino alla posizione di sicurezza impostata.

Sistema EAS di Moog

Inoltre, l’MC600 è un componente fondamentale del sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica (EAS) di Moog, soluzione ibrida, che coniuga i vantaggi delle tecnologie elettriche ed idrauliche. Un recente caso di successo nel mondo industriale vede l’applicazione dell’EAS per la gestione dell’asse della pressa di una saldatrice. Tra i vantaggi di aver scelto l’MC600 spicca la possibilità di comunicare, a un controller esterno via protocollo EtherCAT, lo status I/O e i setpoint di movimento (forza, posizione e tempo). Inoltre, l’MC600 contribuisce ai vantaggi dell’EAS, quali, ad esempio, efficienza energetica, pulizia e rispetto dell’ambiente, assicurati dall’assenza della centrale idraulica e delle tubazioni. In aggiunta, il sistema garantisce una riduzione del rumore e dell’ingombro del macchinario, l’abbattimento dei costi operativi, di manutenzione e di esercizio.

Guarda il video per un approfondimento sull’MC600plus

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here