HomeProcess AutomationSafety e CybersecurityCloud e approccio Zero Trust per guidare la trasformazione digitale nel pharma

Cloud e approccio Zero Trust per guidare la trasformazione digitale nel pharma

Per le aziende farmaceutiche è vitale lanciare farmaci di nuova generazione il più rapidamente possibile per rimanere competitive sui mercati globali. In questo contesto, il cloud gioca un ruolo fondamentale

Leggi la rivista ⇢

  • n.304 - Luglio 2022
  • n.303 - Giugno 2022
  • n.302 - Maggio 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Nicoletta Buora

Per le aziende farmaceutiche è vitale lanciare farmaci di nuova generazione il più rapidamente possibile per rimanere competitive sui mercati globali.

In questo contesto, il cloud gioca un ruolo considerevole, in quanto consente la collaborazione tra le aziende. Da un lato, le case farmaceutiche stanno creando partnership con organizzazioni esterne come cliniche, laboratori e centri di ricerca, dall’altro stanno investendo molto in fusioni e acquisizioni

Ma modelli di collaborazione come questo si traducono anche in infrastrutture IT complesse che presentano nuove sfide di sicurezza per le aziende farmaceutiche e i loro dipartimenti IT. Spesso le aziende del settore sono involontariamente esposte alle minacce informatiche, con un costo medio dei danni causati da una violazione della sicurezza pari a 5,06 milioni di dollari.

Sono queste alcune considerazioni di Alessio Stellati, Country Manager Italy, Zscaler, che suggerisce un approccio Zero Trust per guidare la trasformazion digitale del settore farmaceutico in sicurezza.

Perché le aziende farmaceutiche devono agire subito

Alessio Stellati

Le fusioni e acquisizioni sono una strategia di crescita frequente per le aziende farmaceutiche per rimanere competitive nei confronti della concorrenza, sviluppare nuovi modelli di business e il know-how necessario. Tuttavia, queste attività devono essere attuate rapidamente per accelerare le sinergie e garantire una rapida monetizzazione.

Un’altra sfida permanente è la collaborazione con i fornitori di terze parti. Tali fornitori devono essere in grado di accedere ai sistemi principali in modo rapido e sicuro per consentire una collaborazione efficace.

Le principali aziende farmaceutiche globali sono passate attraverso innumerevoli modelli di business – introducendone di nuovi e abbandonandone altri. Nel tempo, questo ha portato a un ambiente IT complesso e difficile da gestire, con conseguenti problemi di sicurezza. Questo è aggravato dalla carenza globale di esperti di sicurezza qualificati che potrebbero affrontare i problemi di sicurezza della rete esistente.

Parallelamente assistiamo a un aumento del crimine informatico in tutti i settori. Le tecnologie digitali si evolvono rapidamente, così come i criminali informatici sviluppano tecniche e strumenti d’attacco più sofisticati. Modernizzare l’IT è una priorità per le aziende farmaceutiche per prevenire i cyberattacchi di cui sono sempre più spesso oggetto.

Un approccio Zero Trust per superare le sfide della sicurezza

Le aziende farmaceutiche devono essere preparate a impostare i loro meccanismi di difesa e controllo laddove si stabiliscono le connessioni, ovvero su Internet. Per garantire che queste siano veloci e sicure, indipendentemente da come o dove gli utenti si connettono e accedono alle loro applicazioni, è necessario un nuovo concetto: l’approccio Zero Trust.

L’approccio olistico Zero Trust si basa sul principio dei diritti di accesso minimi e sul concetto che nessun utente o applicazione dovrebbe beneficiare intrinsecamente di fiducia. Di conseguenza, la fiducia viene stabilita solo sulla base dell’identità e del contesto dell’utente, con le policy garanti della sicurezza.

Introducendo una piattaforma di sicurezza Zero Trust basata sul cloud, le aziende farmaceutiche possono risolvere i loro attuali problemi in ambito IT. Si tratta di una ristrutturazione olistica che combina applicazioni, aspetti di sicurezza, connettività e una nuova architettura di rete. Sulla base di questo, le aziende possono affrontare il loro viaggio di trasformazione digitale in modo strategico.

Zero Trust Exchange per gestire la complessità della rete in ambienti multicloud

Zscaler Zero Trust Exchange permette ai dipendenti di accedere alle applicazioni da qualsiasi luogo con connessioni veloci e sicure, consentendo a Internet di agire effettivamente come una rete aziendale. L’accesso dei singoli utenti è segmentato in modo puntuale a livello di applicazione, compreso l’accesso remoto al data center e alle applicazioni in ambienti cloud.

La soluzione di Zscaler protegge migliaia di clienti dagli attacchi informatici e dalle violazioni dei dati collegando in modo sicuro utenti, dispositivi e applicazioni da qualsiasi luogo in base alle policy definite, attraverso un microtunnel crittografato.

Zscaler Cloud Protection (ZCP), invece, utilizza la piattaforma Zero Trust Exchange non solo per ridurre i rischi associati alla migrazione verso il cloud, ma anche per ridurre la complessità operativa. ZCP identifica i workload nel cloud e garantisce un elevato livello di sicurezza, consentendo un accesso sicuro alle applicazioni solo agli utenti autorizzati e un accesso sicuro per i workload ad altri cloud, data center e a Internet. Mitiga anche i rischi di attacco impedendo il movimento laterale dei criminali che stanno sferrando l’attacco.

La sicurezza stessa deve essere spostata nel cloud. Il cloud e Zero Trust creano le condizioni per una soluzione completa. Questo è l’aspetto centrale dell’approccio Zero Trust alla trasformazione sicura del cloud.

Cloud e approccio Zero Trust per guidare la trasformazione digitale nel pharma - Ultima modifica: 2022-06-06T11:18:19+02:00 da Nicoletta Buora
Cloud e approccio Zero Trust per guidare la trasformazione digitale nel pharma - Ultima modifica: 2022-06-06T11:18:19+02:00 da Nicoletta Buora