Bosch Italia, un realtà da circa 2,5 miliardi di euro

Bosch Italia nel 2018, ha conseguito un volume d’affari di circa 2,5 miliardi di euro. Un risultato interessante anche se risente di un contesto congiunturale non favorevole, in particolare, per quanto riguarda il settore automotive. Il settore trainante è stato l’Industrial Technology. 

“Come da previsioni il 2018 è stato contraddistinto da una complessa situazione economia e geopolitica, ma Bosch Italia è riuscita ad affrontare e gestire il periodo” – ha dichiarato Gerhard Dambach, Amministratore Delegato del Gruppo Bosch in Italia. “Per il 2019 la situazione contingente è ricca di sfide, ma siamo convinti che la diversificazione della nostra azienda possa offrire numerose opportunità di business per affrontare tale contesto attraverso la competenza tecnologica” – ha evidenziato Dambach.

Per l’anno in corso, Bosch prevede un andamento contenuto dello sviluppo economico. Nonostante il contesto difficile nei settori e nelle regioni importanti per Bosch, l’azienda prevede un leggero aumento del fatturato nel 2019.

Bosch in Italia

Per il Gruppo Bosch l’Italia è da sempre un mercato importante dove, con un organico di circa 6.000 collaboratori, la multinazionale tedesca è attiva con 19 società e 4 centri di ricerca. Nel 2018 è stata inaugurata una nuova sede: il quartiere generale di freud Spa società del Gruppo Bosch, situata in Friuli, con circa 600 collaborato.

L’azienda opera nello sviluppo, produzione e vendita di utensili quali lame circolari, punte e frese di elevata qualità destinate all’uso professionale per l’industria e il commercio, teste portacoltelli e componenti in metallo duro per la lavorazione di diversi materiali, principalmente legno e derivati, alluminio, ma anche materiali plastici e ferrosi.

I quattro settori di business

Nel 2018 il fatturato del settore Mobility Solutions ha registrato un calo rispetto all’anno precedente, dovuto alla riduzione delle nuove immatricolazioni auto, soprattutto per quanto riguarda il nostro Paese.

Nonostante ciò, le divisioni Automotive Electronics Bosch Engineering sono riuscite a compensare la flessione del mercato grazie ai nuovi clienti come Dallara, con il lancio della nuova sports car Dallara Stradale.

Bene la divisione Automotive Aftermarket che ha registrato un incremento nelle vendite e il rafforzamento della strategia a sostegno dei programmi per le officine Bosch Car Service e AutoCrew e dei ricambisti partner sviluppata insieme ai concessionari Bosch sul territorio.

Per il settore di business Industrial Technology il 2018 è stato nuovamente un anno positivo. Bosch Rexroth, fornitrice di applicazioni e sistemi per l’industria, ha registrato un forte incremento trainato dalla crescita del comparto sia della componentistica idraulica mobile sia dell’idraulica industriale.

I servizi innovativi

Tra i servizi innovativi, segnaliamo Car Pooling SPLT. Si tratta di un servizio pensato per aziende, università e amministrazioni locali che, attraverso un’App, consente ai pendolari di condividere il tragitto per il lavoro, di ridurre le emissioni e anche di risparmiare, ripartendo i costi di spostamento. Oppure Call4U, la prima social eCall di Bosch Italia. Questo sistema di soccorso digitale retrofit rileva automaticamente gli incidenti in auto e allerta, tramite SMS e/o email, le persone care (come genitori, figli, coniugi, amici) indicando la posizione GPS del veicolo.

Un progetto innovativo tutto italiano, sviluppato nel 2018 dalla consociata Security Systems è Man over Board, un sistema integrato di rilevazione, allerta e monitoraggio basato su videocamere e pensato per le navi da crociera nelle situazioni di ‘uomo in mare’. La caduta in mare dei passeggeri è un problema molto sensibile e meno raro di quanto si possa credere. Bosch Italia ha sperimentato una soluzione che da una prima fase pilota è passata alla validazione finale per essere prossimamente introdotta sul mercato.

Invention LAB

All’interno della sede Bosch di Milano, seguendo la filosofia inspiring working conditions, parte integrante della cultura aziendale e del processo di trasformazione che comporta un nuovo modo di lavorare, più flessibile, autonomo e moderno, è stato inaugurato l’Invention Lab. Si tratta di una piccola officina tecnologica messa a disposizione di tutti i collaboratori per provare a realizzare in maniera prototipale un progetto, per esempio un’App per un nuovo servizio, oppure il modello di un nuovo packaging di prodotto. L’Invention Lab al suo interno ha tutti gli strumenti (stampanti 3D, elettroutensili, hardware e software) per dare forma alle idee con l’obiettivo di incoraggiare il processo innovativo grazie alla tecnologia e al talento dei collaboratori.

Formazione: NEET e ITSxBosch

Nel 2018 Bosch Italia ha lanciato il progetto sperimentale #NEETandiamoavincere, con l’obiettivo di aiutare i NEET (Not Engaged in Education, Employment or Training), ragazzi tra i 15 e 29 anni che non si formano e non lavorano, ad inserirsi nel mondo del lavoro, coinvolgendoli in esperienze aziendali e attività formative in aula mirate a orientarli al futuro professionale.

Sempre nel 2018 ITSxBosch ha ricevuto il Premio di Eccellenza Duale 2018, per il miglior progetto in formazione duale, dalla Camera di Commercio Italo-Germanica. Il progetto coinvolge gli allievi dell’Istituto Cuccovillo di Bari e si basa su una formazione duale: in aula, presso l’Officina/Laboratorio a loro dedicata all’interno dello stabilimento Bosch Bari, e in azienda, con periodi di stage presso la multinazionale tedesca in Italia e in Germania.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here