HomeContenuti SponsorizzatiAbilitare la trasformazione digitale: l’IT incontra l’OT

Abilitare la trasformazione digitale: l’IT incontra l’OT

La digitalizzazione è fondamentale e richiede una infrastruttura fisica organizzata e affidabile. Schneider Electric ha messo a punto un’offerta specifica con le soluzioni Micro Data Center EcoStruxure.

Leggi le riviste ⇢

Ti potrebbero interessare ⇢

La Redazione

Per cogliere le opportunità e i vantaggi di una sempre maggiore automazione, gli operatori industriali necessitano di un’infrastruttura IT evoluta, resiliente e ottimizzata. La trasformazione digitale è un processo inarrestabile, dove l’utilizzo della tecnologia informatica e la gestione dei dati assumono particolare importanza in ogni settore o impianto produttivo. È importante, dunque, poter contare su tecnologie in grado di lavorare senza interruzioni.

Le sfide dell’infrastruttura IT

Appare dunque chiaro il ruolo vitale delle infrastrutture IT per la maggior parte delle attività produttive al pari di centrali elettriche, acquedotti, autostrade e simili. In un contesto in cui l’accelerazione della trasformazione digitale rappresenta la principale opportunità di rilancio del nostro paese, le infrastrutture IT devono rispondere a requisiti funzionali e assolvere specifici bisogni, necessari per affrontare le sfide dell’era digitale come resilienza, sostenibilità, scalabilità e remotizzazione.

In aggiunta alla tradizionale ricerca della massima affidabilità per garantire la continuità d’esercizio, aumenta oggi anche il bisogno di flessibilità. L’esponenziale crescita della quantità di dati generati dalle nuove tecnologie digitali richiede grande flessibilità operativa, così da far fronte a cambiamenti sempre più rapidi dei fabbisogni dell’utenza e delle condizioni esterne. Inoltre, nella prospettiva di incrementare il livello di resilienza delle infrastrutture IT, diventa importante la disponibilità dei dati in tempo reale da gestire a livello locale.

Al crescere dei dati aumentano i consumi energetici necessari per il loro salvataggio e per l’elaborazione: vanno quindi impiegate tecnologie e soluzioni in grado di assicurare i più alti standard di efficienza, permettendo di minimizzare i consumi energetici e le emissioni di CO2.

I vantaggi dell’elaborazione dei dati in loco

Le tecnologie di automazione avanzate offrono notevoli vantaggi in termini di risparmio sui costi, incrementando sicurezza e produttività. Per garantire requisiti di resilienza e di continuità dei servizi in campo, spesso essenziali, è necessario che vengano adottate anche soluzioni con apparecchiature di elaborazione dei dati installate localmente. Queste soluzioni vengono chiamate Edge Computing: la gestione dei dati avviene nella periferia dell’infrastruttura IT, ai suoi bordi (da qui il termine “edge”), dove i dati vengono generati e utilizzati, e permettono di abilitarne in sicurezza la gestione e l’utilizzo, tipicamente a livello locale, per erogare applicazioni e servizi. Tra i vantaggi:

  • riduzione dei costi e miglioramento dell’efficienza operativa;
  • aumento della produttività grazie alla riduzione dei tempi di inattività;
  • minori attività di manutenzione.

Ma per abilitare queste tecnologie è necessaria un’infrastruttura fisica solida di sostegno. La sfida, quindi, è quella di trovare una soluzione scalabile e modulare con il più basso costo totale di proprietà (TCO) nel tempo.

Le soluzioni abilitanti: i Micro Data Center

Le trasformazioni IIoT e l’industria 4.0 rendono i Micro Data Center essenziali per l’affidabilità dell’infrastruttura industriale IT semplificando – di fatto – la convergenza IT e OT e offrendo i necessari requisiti di sicurezza. Al fine di permettere una semplice implementazione in campo, i Micro Data Center devono essere realizzati con ingombri contenuti, senza necessità di ambienti a loro specificatamente dedicati, e devono rispondere a requisiti di protezione e resilienza tipici dei Data Center tradizionali.

I principali requisiti tecnologici che queste soluzioni devono avere sono:

  • soluzioni pre-configurate e pre-assemblate per facilitare più possibile l’implementazione in campo, scalabili al fine di permettere futuri potenziamenti, e adatte all’installazione anche in ambienti non dedicati alle sole apparecchiature IT;
  • elevati standard di protezione verso accessi non autorizzati sia in termini di protezione meccanica, sia di controllo attivo e di videosorveglianza;
  • monitoraggio avanzato per identificare condizioni di funzionamento anomale delle apparecchiature IT;
  • equipaggiato con piattaforma di gestione digitale di tipo predittivo, che semplifichi le attività da remoto e che valuti lo stato di funzionamento delle apparecchiature per anticipare interventi ed evitare i fuori servizio.

La risposta targata Schneider Electric per la continuità di servizio

Schneider Electric è in grado di rispondere a questi requisiti grazie ai Micro Data Center EcoStruxure, soluzioni configurabili, preconfezionate, con sistemi rack chiusi che includono alimentazione, raffreddamento, sicurezza e gestione. Sono una soluzione che consente non solo di migliorare la continuità operativa e l’affidabilità dei sistemi, ma anche di ottimizzare l’efficienza energetica complessiva. Con i Micro Data Center EcoStruxure di Schneider Electric è possibile risparmiare fino al 40% sui costi di implementazione e ridurre i costi di manutenzione fino al 7%. Ma i vantaggi vanno anche oltre: ad esempio, sfruttando l’infrastruttura esistente è possibile ridurre le spese di capitale rispetto a una infrastruttura tradizionale.

Installare queste soluzioni all’interno di uno stabilimento o un impianto produttivo assicura:

  • continuità operatività e robustezza;
  • funzionamento di tutti i sistemi anche in un contesto difficile;
  • flessibilità e semplicità di implementazione;
  • standardizzazione del design per una più semplice replicabilità;
  • sicurezza tramite alert automatici che identificano possibili anomalie di funzionamento.

I Micro Data Center, nativamente integrati nella piattaforma digitale EcoStruxure, hanno una gestione semplice che assicura visibilità, informazioni e supporto a livello sia locale, sia da remoto.

Scopri come ridurre al minimo il rischio di fermo impianto nel tuo impianto: scarica il white paper dedicato alle soluzioni IT per l’Industria 4.0.

Abilitare la trasformazione digitale: l’IT incontra l’OT - Ultima modifica: 2022-07-19T14:41:05+02:00 da La Redazione
Abilitare la trasformazione digitale: l’IT incontra l’OT - Ultima modifica: 2022-07-19T14:41:05+02:00 da La Redazione