HomeProcess AutomationEfficienza energetica e SostenibilitàStazioni di rifornimento di idrogeno: avanti tutta verso una rete nazionale

Stazioni di rifornimento di idrogeno: avanti tutta verso una rete nazionale

In collaborazione con i partner, Bosch Rexroth sta sviluppando azionamenti per compressori per garantire il funzionamento efficiente delle stazioni di rifornimento di idrogeno.

Leggi la rivista ⇢

  • n.305 - Settembre 2022
  • n.304 - Luglio 2022
  • n.303 - Giugno 2022

Ti potrebbero interessare ⇢

Alice Alinari

L’idrogeno prodotto da energie rinnovabili svolge un ruolo chiave nel raggiungimento degli obiettivi climatici globali. È un'alternativa, priva di anidride carbonica, ai combustibili fossili, soprattutto per i veicoli commerciali.

L’esperienza maturata nel passaggio alla mobilità elettrica dimostra tuttavia quanto sia importante un’infrastruttura di ricarica completa affinché la nuova tecnologia abbia successo.

In occasione di Hannover Messe 2024, Bosch Rexroth ha presentato sistemi di azionamento per compressori e criopompe sviluppati insieme a produttori e operatori europei e statunitensi per il funzionamento economico delle stazioni di rifornimento di idrogeno con tempi di rifornimento brevi.

Le stazioni di rifornimento di idrogeno: gli obiettivi entro il 2030

Secondo una decisione dell'Unione Europea, entro il 2030 dovranno essere installate stazioni di rifornimento di idrogeno per automobili e veicoli commerciali pesanti in tutti i nodi urbani e ogni 200 km lungo la rete transeuropea dei trasporti.

Anche gli Stati Uniti si sono posti obiettivi ambiziosi. La Fuel Cell and Hydrogen Association prevede che nel 2030 negli Stati Uniti saranno necessarie circa 4.300 stazioni di rifornimento di idrogeno.

"Con le nostre nuove soluzioni tecniche e grazie alla stretta collaborazione con i partner dell’industria dell’idrogeno, possiamo fornire un supporto decisivo nel raggiungimento di questi obiettivi", ha affermato Steffen Haack, presidente del consiglio di amministrazione di Bosch Rexroth AG.

Rifornimento di idrogeno: come funziona

Il rifornimento di idrogeno è tecnicamente molto più complesso rispetto alle stazioni di rifornimento di benzina e diesel o alle stazioni di ricarica elettrica.

La sfida principale è nello storage. L'idrogeno viene immagazzinato sul posto in forma liquida a -253 °C, oppure come gas in serbatoi con diversi livelli di pressione.

Per rifornire i veicoli, l'idrogeno deve essere compresso in modo controllato tra 700 e 900 bar. Qui sono necessari azionamenti robusti per i compressori.

Cento chili di idrogeno in meno di 10 minuti

Sulla base della sua decennale esperienza nel settore dell'idraulica, Bosch Rexroth sta sviluppando, in collaborazione con i partner, soluzioni personalizzate per un'infrastruttura economica per l'idrogeno.

L’obiettivo è rifornire gli Heavy Gods Vehicle (HGV) con 100 kg di idrogeno in meno di 10 minuti. Con un serbatoio pieno di carburante, un camion può percorrere circa 1.000 km.

La nuova criopompa Bosch Rexroth

Bosch Rexroth ha sviluppato, ad esempio, una criopompa in grado di comprimere fino a 600 kg di idrogeno liquido all'ora, in collaborazione con FirstElement Fuel in California, leader di mercato per la gestione commerciale di stazioni di rifornimento di idrogeno negli Stati Uniti.

La criopompa, presentata per la prima volta alla Hannover Messe 2024, combina comprovati azionamenti di pompe servoidrauliche, software e un cilindro di compressione di nuova concezione. Le prime stazioni di rifornimento saranno dotate della nuova tecnologia a partire dal 2025.

Stazioni di rifornimento idrogeno: più di 100 operazioni al giorno

La criopompa è solo un esempio dei vari azionamenti per compressori presenti nel portafoglio prodotti di Bosch Rexroth. La multinazionale infatti propone anche altre soluzioni di azionamento per la compressione dell'idrogeno gassoso e liquido.

I prodotti Rexroth in diverse classi di potenza coprono un'ampia gamma di applicazioni. Si va dalle stazioni di rifornimento interne per carrelli elevatori nei centri logistici alle stazioni di rifornimento per automobili, fino alle stazioni di rifornimento per veicoli pesanti pesanti.

I sistemi di azionamento per compressori

bosch rexroth idrogeno sostenibilita pillar page art 2
I nuovi sistemi di azionamento per compressori forniscono un contributo importante alle infrastrutture nazionali dell’idrogeno (Foto: Bosch Rexroth AG)

Le soluzioni Bosch Rexroth si basano su componenti di serie e utilizzano sistemi di trasmissione idrostatica particolarmente robusti e compatti. I sistemi di azionamento per compressori possono essere installati in spazi ridotti.

Rispetto ai precedenti azionamenti elettromeccanici delle pompe, offrono una portata notevolmente più elevata e sono molto più efficienti.

Progettati per il funzionamento continuo, possono essere utilizzati per diverse centinaia di operazioni di rifornimento al giorno operando in modalità start-stop.

Un futuro di investimenti per l'idrogeno

Bosch sta sviluppando tecnologie per la produzione, la compressione, lo stoccaggio e l'utilizzo dell'idrogeno lungo l'intera catena del valore. Entro il 2030 Bosch punta a raggiungere con questo segmento di business un fatturato di circa 5 miliardi di euro.

Tra il 2021 e il 2026, l’azienda investirà complessivamente circa 500 milioni di euro all’anno nello sviluppo e nella produzione delle sue tecnologie idrogeno.

Stazioni di rifornimento di idrogeno: avanti tutta verso una rete nazionale - Ultima modifica: 2024-05-21T14:59:54+02:00 da Alice Alinari