Whitepaper Eaton che evidenzia i passi avanti fatti dai dispositivi di interfaccia uomo-macchina in risposta a Industria 4.0

0
106

Come i dispositivi di interfaccia uomo-macchina devono essere progettati per un futuro digitale.

Eaton ha pubblicato un nuovo whitepaper intitolato “Concetti di interazione per le macchine di nuova generazione”. L’autore, Tobias Ischen, presenta i dispositivi di comando e visualizzazione di base analizzando i fattori che i progettisti devono tenere in considerazione quando progettano per soddisfare le richieste di Industria  4.0/IoT e le necessità degli operatori dell’era digitale. Nel whitepaper vengono trattati anche i progressi nei sistemi di controllo multi-touch moderni, nonché il ruolo dei dispositivi di comando.

È evidente come la vita quotidiana stia diventando inconcepibile senza le tecnologie touch screen. Anche a livello industriale l’operatività multitouch sta diventando sempre più importante. È inoltre chiaro che i nuovi smart device rendono più agevoli i processi offrendo un supporto di alto livello. Questi dispositivi permettono di rilevare in qualsiasi momento informazioni sullo stato delle macchine o piani di manutenzione utilizzando un collegamento internet. Il risultato: riduzione dei fermo macchina e maggiore produttività.

Attraverso l’utilizzo di HMI/PLC multi-touch e dispositivi di comando dal design accattivante, gli ingegneri possono donare un valore aggiunto alla soluzione che progettano. È inoltre importante garantire che l’interfaccia uomo-macchina offra un’interazione sicura e conforme alle regolamentazioni internazionali. Il whitepaper approfondisce nel dettaglio gli aspetti legati agli standard e alle disposizioni per l’implementazione delle funzioni fondamentali e di quelle legate alla sicurezza. L’utilizzo del tipo di attuatore, del colore e della marcatura di un pulsante sono regolamentati in modo specifico. Nel caso di una soluzione progettata per essere esportata è importante avere familiarità con gli standard locali.

Il whitepaper affronta inoltre il tema degli standard riguardanti il modo in cui un semplice dispositivo possa trasmettere informazioni. Progettisti e application engineer devono domandarsi quali informazioni vogliono fornire ai loro clienti e quali componenti sono in grado di offrire. Questo si ottiene utilizzando simboli universalmente riconosciuti per rappresentare le funzioni generali. In questo modo è possibile ridurre la complessità derivante dalle differenze tra le pratiche in uso in paesi diversi.

Tuttavia, lo sviluppo di componenti di interazione uomo-macchina comprende anche la loro integrazione in sistemi esistenti. Questo suggerisce ai progettisti di sviluppare concetti operativi facilmente integrabili nella soluzione già in uso. L’HMI è generalmente considerata parte integrante di una soluzione di automazione fondata sulla logica di controllo programmabile (PLC).

Il mondo digitale evolve rapidamente e ciò che oggi sembra impossibile potrebbe essere realizzato in un futuro molto vicino. Questo vale anche per i dispositivi di interfaccia uomo-macchina. Eaton, con alle spalle numerosi anni di esperienza e una vasta gamma di prodotti offre anche informazioni su come sviluppare soluzioni all’avanguardia. Il software di visualizzazione Galileo è una componente importante in questo processo, in quanto permette di implementare concetti operativi intuitivi in breve tempo.

Per scaricare gratuitamente il whitepaper visitare il sito: 2.  eaton.it/HMI2. O visitare Eaton.eu, per saperne di più su Eaton. Seguici su Twitter (@ETN_EMEA) o su LinkedIn (Eaton EMEA) per rimanere aggiornato sulle ultime notizie.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here