Termocamere nell’industria alimentare

0
341

Nell’industria alimentare, è essenziale controllare attentamente la temperatura delle merci deperibili lungo tutto il processo di produzione, trasporto, immagazzinamento e vendita.

Frequenti allarmi su malori dovuti a cibi contaminati e cotti in modo improprio sottolineano la necessità di un controllo più rigoroso del processo. Dato che ciò implica quasi sempre un fattore umano, le aziende di trasformazione alimentare hanno bisogno di strumenti che automatizzino le operazioni cruciali così da ridurre al minimo l’errore umano e contenere i costi. Le termocamere fanno parte di questi strumenti. Utilizzando le termocamere Flir, è possibile prendere misurazioni automatiche senza contatto della temperatura in numerose applicazioni di trasformazione alimentare.

La soluzione

I componenti essenziali per effettuare misurazioni della temperatura senza contatto nell’industria di trasformazione alimentare sono una termocamera e il relativo software. Questi due componenti fungono da sensori senza contatto “intelligenti” per eseguire ispezioni al 100%, misurando la temperatura delle apparecchiature, dei prodotti refrigerati e dei cibi cotti quando escono dal processo di cottura. Le termocamere sono facili da usare, di piccole dimensioni e possono essere posizionate praticamente ovunque sia necessario. Possono anche essere utilizzate per ispezionare la sigillatura delle confezioni e migliorare l’efficienza in altre operazioni di trasformazione alimentare. Le termocamere Flir sono dotate di interfacce di comunicazione e firmware che consentono di usarle nel controllo automatico del processo. Il software di terze parti facilita l’introduzione di questi strumenti in sistemi automatici di visione artificiale senza che sia richiesto un esteso codice di controllo personalizzato.

Le applicazioni

L’uso delle termocamere nell’industria di trasformazione alimentare sta crescendo per applicazioni quali:

  • Prodotti da forno
  • Carne cotta al microonde
  • Asciugatura al microonde di riso parboiled e altri cereali
  • Controllo della corretta temperatura dei forni
  • Riempimento corretto degli scomparti con confezioni di cibo congelato
  • Controllo dell’integrità delle sigillature del cellofan dei pasti per microonde
  • Ispezione della colla sull’aletta della confezione di cartoni di sovraimballaggio
  • Monitoraggio degli scomparti di frigoriferi e congelatori

La termografia è essenzialmente uno strumento di controllo qualità (QA). Questa tecnologia trova un ottimo impiego nel controllo della qualità e della sicurezza dei prodotti cotti a base di carne. Una termocamera montata in modo permanente può registrare la temperatura, ad esempio, dei filetti di pollo quando escono da un forno con trasportatore continuo. L’obiettivo è assicurarsi che siano sufficientemente cotti, ma non troppo cotti o asciutti. Oltre a migliorare la qualità e la sicurezza dei prodotti, è possibile aumentare la produttività complessiva. Un altro vantaggio è la riduzione dei costi energetici. Oltre alle ispezioni sui cibi cotti, le termocamere possono essere usate anche per monitorare i forni con trasportatore. Se una resistenza all’interno di un forno elettrico si guasta, o se il riscaldamento in un forno ad aria non è uniforme, un lato del flusso del prodotto potrebbe essere più freddo. Le termocamere aiutano facilmente a scoprirlo.

Il software

È disponibile inoltre un software che consente alle termocamere di individuare oggetti e motivi nelle immagini. Il pattern matching trova un’applicazione nella produzione di cibi congelati. La visione termica artificiale può avvalersi del software di riconoscimento dei pattern per controllare se i comparti dei vassoi di cibo sono riempiti correttamente. Un’applicazione correlata è l’ispezione totalmente automatizzata della copertura in cellofan termosaldato dei cibi finiti cotti al microonde. Una termocamera può vedere il calore che si irradia dal bordo del contenitore quando si forma la termosaldatura del cellofan. Un problema che interessa indirettamente la sicurezza dei prodotti è l’integrità dei cartoni che avvolgono e proteggono i contenitori dei cibi. Uno dei modi più efficienti per sigillare i cartoni di sovraimballaggio consiste nell’usare punti di colla riscaldati sulle alette del cartone. In passato, l’integrità dell’incollaggio dei punti veniva determinata eseguendo periodicamente dei test distruttivi su diversi campioni. Ma si trattava di una procedura costosa e lunga. Le termocamere possono anche essere utilizzate per il monitoraggio delle operazioni di riempimento dei contenitori. Sebbene raramente il riempimento abbia dei risvolti per la sicurezza dei prodotti, influisce però sulla resa e sulla conformità alle normative. È possibile definire diverse aree di una bottiglia e utilizzarle per attivare un allarme, rimuovendo le bottiglie che sono troppo o troppo poco riempite. Le termocamere sono un’alternativa migliore alle videocamere, quando una bottiglia o un contenitore sono in plastica o in vetro di colore scuro.

Le funzioni

Il software attualmente disponibile per le termocamere comprende numerose funzioni che supportano applicazioni automatizzate di trasformazione alimentare. Questo software integra e interagisce con il firmware incorporato nelle termocamere. Le librerie e gli strumenti termografici contenuti in questi pacchetti sono indipendenti dall’hardware e dal linguaggio e consentono ai tecnici dell’industria alimentare una rapida implementazione dei sistemi termografici di controllo e monitoraggio. Le termocamere stesse mettono a disposizione dell’utente diverse modalità operative che supportano misurazioni corrette della temperatura in numerose condizioni. Due funzioni comunemente presenti sono un puntatore e misurazioni di area. Il puntatore trova la temperatura in un particolare punto. La funzione area isola un’area selezionata di un oggetto o di una scena e solitamente fornisce la temperatura massima, minima e media all’interno di quell’area. L’intervallo di misurazione della temperatura può essere in genere selezionato dall’utente. In aggiunta alla selezione dell’intervallo di temperatura, la maggior parte delle termocamere permette all’utente di impostare una scala di colori o di grigi per ottimizzare le immagini.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here