Siemens Italia, Politecnico di Milano e Fondazione Politecnico di Milano ancora insieme

0
325

Progetti di ricerca, attività di formazione e orientamento, promozione e cooperazione culturale, integrazione di conoscenze e competenze: con questi ambiziosi obiettivi si rinnova l’accordo di collaborazione siglato tra Siemens Italia, Politecnico di Milano e Fondazione Politecnico di Milano. A sancire un rapporto ormai consolidato, Giovanni Azzone, Rettore del Politecnico, Federico Golla, Amministratore Delegato di Siemens Italia e Giampio Bracchi, Presidente della Fondazione Politecnico di Milano. L’accordo va nella direzione di un rafforzamento del legame tra le iniziative industriali e quelle didattiche e di ricerca, e si inscrive in una strategia di partnership, iniziata nel 2004, quando Siemens è diventata Fondatore della Fondazione Politecnico di Milano. Numerose le attività sviluppate negli ultimi 3 anni. Nell’ambito dei progetti strategici di Fondazione Politecnico tesi ad accrescere l’innovazione tecnologica e la competitività del nostro paese, Siemens ha partecipato e continuerà a partecipare allo sviluppo del Joint Research Center–‐JRC (centro di ricerca congiunto università–‐impresa) sull’energia. Tema principe della collaborazione tra Siemens e il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano sono le smart grid, con particolare attenzione alla gestione intelligente della rete di distribuzione. Gli impianti di generazione da fonti rinnovabili portano a problemi di congestione della rete, per questo sono necessari sistemi di automazione evoluti in cui in cui tutte le risorse energetiche siano monitorate e i parametri della rete di distribuzione siano misurati e controllati in una logica di ottimizzazione. Il progetto InGrid va in questa direzione.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here