Robot NAO, un nuovo amico per le persone autistiche e per gli anziani

0
239

L’innalzamento dell’età media della popolazione e l’aumento dei bambini con esigenze speciali hanno fatto crescere il numero di persone che necessitano di attenzioni quotidiane e cure mediche regolari. Le persone affette da autismo, per esempio, che in Italia sono circa 550.000, richiedono attenzioni particolari. Lo psicologo Murat Sarisoy, autore di numerosi studi sui bambini affetti da autismo e da altri disordini dello sviluppo, è affascinato dal robot umanoide. Sarisoy è convinto che il design accattivante di NAO sarà in grado di conquistare molti bambini autistici, che spesso sono interessati se non addirittura ossessionati dagli strumenti elettronici e metallici. «Credo che NAO sarà utile a questi bambini per lo sviluppo delle capacità linguistiche e comunicative, per un significativo miglioramento del vocabolario e dell’utilizzo di parole ed espressioni e per la durata del contatto visivo. Il robot potrà inoltre contribuire allo sviluppo motorio grazie alla sua capacità di tenere in mano una palla». Sviluppato grazie al software di progettazione SolidWorks, il robot NAO ha avuto un grande successo in ben 40 Paesi, dove sono state vendute più di 2000 unità. Alimentato da un processore 1.6 GHz Intel Atom, NAO è un vero gioiello della tecnologia: il robot è in grado di riconoscere i volti e di individuare gli oggetti con facilità grazie a doppie telecamere HD.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here