Robot autoassemblanti

0
432

Il MIT lancia una nuova generazione robotica capace di adattarsi e configurarsi rapidamente per il compito assegnato. Non sono veri e proprio robot; in questa prima versione sono semplicemente dei cubi dotati di volano e bordi magnetici che permettono ai robocubi di ruotare su se stessi, saltare e muoversi per aggangiarsi e/o sganciarsi per comporre e ricomporre nuove forme. I ricercatori del MIT stanno cercando di dotare i cubetti di una sorta di coscienza collettiva per far si che possano comportarsi come un gruppo coeso e unito verso lo stesso obiettivo. C’è ancora molto da lavorare nel campo della robotica, ma le applicazioni possibili con questi robocubi sono molte e interessanti, come ad esempio ottenere strutture automodellanti all’occorrenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here