OVH, canale IT completo per il mercato M2M degli oggetti connessi

0
393
Dionigi Faccenda, Sales & Marketing Director di OVH Italia.
Dionigi Faccenda, Sales & Marketing Director di OVH Italia.

Il gruppo OVH, leader europeo del Digital as a Service, annuncia il lancio del programma completo di soluzioni e servizi volto a sostenere la comparsa, la creazione e lo sviluppo degli oggetti connessi. Per rispondere alle esigenze di questo nuovo mercato, OVH propone un approccio olistico basato su:

– la creazione di un ecosistema che riunisca gli attori fondamentali per la buona riuscita del progetto;

– il lancio dei servizi PaaS IoT per semplificare l’elaborazione dei dati;

– il programma di supporto “1 milione di euro per 100 progetti”;

– una piattaforma comunitaria per favorire la comparsa di nuove idee.

Octave Klaba, fondatore, presidente e CTO di OVH, sostiene: “Tutto sarà connesso, proprio tutto. Oggi ci troviamo nella prima fase dell’Internet of Things (IoT), con oggetti connessi dalla macchina all’uomo. Sono proprio gli oggetti connessi “Machine to Machine” ad avere un enorme potenziale. Non si tratta più solo dell’“Internet of Things” (IoT), ma dell’“Internet of Everything” (IoE)”. E aggiunge: “non c’è motivo per cui tutte le cose non possano scambiare dati. La distribuzione di milioni di oggetti su larga scala è solo una questione di tecnologia a un costo accessibile (sensori + servizio)”. La mission di OVH? Fornire soluzioni a tutti i livelli della catena del valore dell’IoE e rispondere alle maggiori sfide di questo nuovo settore. “Vogliamo rendere il canale IT disponibile agli utenti a condizioni economiche accessibili, in modo che chiunque possa creare i propri oggetti connessi e dare vita a un qualunque oggetto”, precisa Octave Klaba. Un obiettivo perfettamente alla portata del leader del Cloud europeo, che può vantare  un’ampia capacità di storage e una grande abilità di innovazione su larga scala.  Dionigi Faccenda, Sales & Marketing Director di OVH Italia, annuncia, “Nel corso dell’evento, presenteremo il Digital Launch Pad e le applicazioni IoT per dimostrare l’efficacia di quest’ultime in combinazione con le soluzioni Cloud”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here