Le prime navi robot entro il 2019

0
159

Una delle più grandi compagnie giapponesi di trasporto container via mare, la Nippon Yusen, sta pianificando dei test per verificare la possibilità di usare dei portacontainer robotizzati, quindi autonomi, pur con un equipaggio in stand-by per sicurezza, per viaggi nel Pacifico, dal Giappone verso gli Stati Uniti. Questa iniziativa, che sarà realizzata entro il 2019, è parte di un progetto di lungo termine finalizzato a sviluppare delle “unmanned self-navigating ships” basate su intelligenza artificiale e tecnologie IoT, che potrebbero diventare una realtà entro il 2025. Queste navi futuristiche saranno in grado non solo di determinare in autonomia la rotta più sicura ed efficiente per il consumo di carburante, ma anche di individuare eventuali proprie anomalie o malfunzionamenti, oltre che far fronte al rischio di collisioni con altre navi di cui dovessero incrociare la rotta. In particolare, sul fronte della crash avoidance la Nippon Yusen ha attivato una collaborazione con alcune aziende giapponesi leader in sistemi radar e comunicazioni wireless, tyra cui Furuno Electric Co, Japan Radio Co. e Tokyo Keiki Inc, con anche il supporto del governo giapponese, il cui obiettivo è arrivare a definire degli standard per questa nuova generazione di navi, che poi possano diventare un vero e proprio riferimento internazionale. Da sottolineare che per quanto queste navi del futuro possano essere controllare dall’intelligenza artificiale, cosa che comunque rappresenta una grande sfida dato che le navi autonome dovranno potersi gestire in molteplici situazioni diverse, sarà sempre necessario un monitoraggio da parte di esperto personale di terra. Da questo l’importanza del fattore umano nella progettazione dei sistemi remoti di controllo e monitoraggio, e si stanno studiando nuove formalizzazioni concettuali per garantire una sicura ed efficace interazione tra operatori e sistemi di intelligenza artificiale dedicati al trasporto marittimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here