Il Gruppo Kistler supera quota 300 milioni

0
772
Isole di produzione “lean” in opera presso Kistler Instrumente AG, Winterthur.
Isole di produzione “lean” in opera presso Kistler Instrumente AG, Winterthur.

Performance ben oltre le previsioni per il Gruppo Kistler che chiude il bilancio 2014 con un fatturato di 319 milioni di franchi svizzeri (+12% rispetto al 2013) e un valore totale degli ordini di 322 milioni di franchi. Nel corso dell’anno stati creati 103 nuovi posti di lavoro, 21 dei quali presso la sede svizzera di Winterthur, e sono stati effettuati investimenti per circa 7 milioni di franchi nell’automazione con un conseguente aumento dell’efficienza. Grazie a questo, il Gruppo – che ha iniziato il 2015 con un ricco portafoglio di ordini – dovrebbe essere in grado di gestire gli effetti negativi determinati dalla brusca rivalutazione del franco senza dover ricorrere a tagli del personale e senza riduzioni dell’orario di lavoro.  Rolf Sonderegger, amministratore delegato del Gruppo, è convinto che Kistler abbia adottato negli ultimi anni una strategia vincente: «Ci siamo concentrati sull’efficienza e sull’innovazione e abbiamo rilocalizzato alcune sotto-unità operative in Paesi più competitivi, per esempio il centro di sviluppo software è stato trasferito a Bratislava. Allo stesso tempo, abbiamo migliorato la nostra competitività con l’introduzione di isole di produzione “lean” in tutti centri di produzione del Gruppo. Specialmente a Winterthur, è importante compensare i costi più elevate con un aumento dell’efficienza». La decisione della Banca Nazionale Svizzera di mettere fine al blocco dei cambi ha aumentato la pressione sul fronte dei costi, in particolare i costi del personale in forza presso la sede di Winterthur. Le previsioni per il 2015 appaiono generalmente positive. In particolare, il comparto automobilistico continua a esprimere un grande sforzo innovativo. L’influenza del quadro geopolitico sull’andamento della domanda tuttavia si conferma improntato all’imprevedibilità. Anche su questo fronte, secondo Sonderegger, «L’adozione di opportune misure precauzionali dovrebbe consentire di reagire rapidamente e in maniera mirata a eventuali cali inattesi della domanda».

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here