Formare manager specializzati in meccatronica

0
677

Questo è l’obiettivo del Master Universitario di Secondo Livello in Meccatronica & Management – MEMA, promosso da LIUC –Università Cattaneo in collaborazione con Festo e altre aziende del settore, indirizzato a giovani laureati in ingegneria meccanica, industriale, fisica, elettronica, elettrica, biomedica e dell’automazione.

Si svolgerà tra ottobre 2013 e luglio 2014 la seconda edizione del Master Universitario di Secondo Livello in Meccatronica & Management – MEMA, promosso da LIUC –Università Cattaneo in collaborazione con Festo e altre aziende del settore. Il Master si rivolge a giovani laureati in possesso di una laurea magistrale o di un titolo equipollente in ingegneria meccanica, industriale, fisica, elettronica, elettrica, biomedica e dell’automazione, desiderosi di ampliare le proprie competenze e di acquisire conoscenze in un settore trainante come è oggi quello della meccatronica.  «Obiettivo principale del Master è di dare una risposta concreta alle aziende dell’automazione che ricercano una preparazione tecnica specifica per il settore, combinata con competenze manageriali e abilità comportamentali», spiega Elena Tosca, Coordinatrice del Master in Meccatronica & Management. «Per questo i programmi stessi sono stati costruiti insieme alle aziende in modo da creare il massimo allineamento.  Questa proposta formativa è unica nel panorama universitario attuale, sia per strutturazione sia per articolazione dei contenuti. Da un lato l’unione di aspetti metodologici con le applicazioni pratiche e concrete, presentate dalle stesse aziende, dall’altro il mix tra preparazione tecnica e manageriale, permettono di trasferire contenuti ad alto valore aggiunto e di contribuire alla costituzione di un profilo professionale completo». Il Master, a cui si accede dopo aver superato un colloquio di ammissione, richiede ai frequentanti un impegno full time, che prevede circa 400 ore d’aula, presso la sede della LIUC, a Castellanza (Va) e 720 ore di stage, da svolgere presso aziende leader del settore dell’automazione, per realizzare un project work.  Il corpo centrale del corso è costituito dai seguenti moduli: technicality per il settore dell’automazione; competenze di vendita e commerciali; principi di management e gestione delle risorse umane; problem solving & decision making e gestione dei processi di cambiamento. Gli insegnanti sono in parte docenti universitari e in parte professionisti attivi nelle aziende che sapranno dare grande concretezza ai temi trattati. Ai partecipanti al Master è data anche la possibilità di frequentare corsi di approfondimento della lingua inglese e di sostenere l’esame per ottenere l’attestato di Business English Certification (BEC).

Un Master dal costo competitivo

Tra gli elementi che contraddistinguono il Master e che lo rendono vantaggioso a chi lo frequenta rientra il costo competitivo rispetto ad altre offerte formative. La quota di partecipazione, infatti, è interamente coperta dai contributi erogati dalle aziende sponsor; i candidati che avranno superato il colloquio di selezione dovranno solo pagare la tassa di iscrizione, pari a 750 euro.  Il numero massimo di partecipanti previsti è di 20.

L’importanza delle aziende Partner

Un ruolo importante, riguardo al Master, è giocato anche dalle aziende Partner, non solo dal punto di vista del sostegno economico. «Oltre ai contributi economici erogati, le aziende partner svolgono un ruolo primario all’interno del Master, sia in fase di selezione dei candidati idonei, sia nel corso della fase d’aula, durante la quale accreditati e riconosciuti professionisti del settore dell’automazione svolgono le attività di docenza, presentando le proprie realtà e mettendo a disposizione di tutti i partecipanti le proprie conoscenze e competenze», chiarisce Elena Tosca. «Ulteriore contributo che queste aziende forniscono è in fase di stage, momento in cui i candidati avranno l’opportunità di conoscere a fondo l’ambiente aziendale e fare proprie le peculiarità di ciascun contesto, grazie alla guida di personale esperto e preparato. Nella edizione 2013-2014 contiamo partner che ci hanno già accompagnato nella prima edizione come Fameccanica Data, Festo e Loccioni e nuove aziende, come D’Andrea, IMS Deltamatic, Kuka Roboter, Schaeffler e Whirlpool, che sono salite a bordo da poco ma che si sono rese disponibile per mettere a disposizione dei nostri studenti tutto il loro know how». Tra le aziende partner, particolarmente significativo è il contributo di Festo, azienda forte anche nel settore della formazione tecnica.  «Potremmo dire che Festo Italia, insieme alla LIUC – Università Cattaneo, siano state i fautori del Master; insieme alle altre aziende sponsor, Festo è per il secondo anno partner del Master in Meccatronica & Management – MEMA», dice Elena Tosca. «Come per le altre imprese sponsor, il contributo alla docenza è portato da professionisti dell’area tecnica e commerciale. Anche per Festo Italia sono previsti degli stage: l’azienda sta infatti ospitando, e ospiterà nella prossima edizione, alcuni studenti del Master al fine di far loro sperimentare da un punto di vista pratico e reale le competenze apprese nel corso della parte d’aula del Master». Intanto la prima edizione del Master è entrata per tutti i frequentanti nella fase di stage. Si concluderà in luglio, mese in cui ci sarà la discussione della tesi e la cerimonia di consegna dei diplomi di Master Universitario di II livello. Non è escluso che, dopo il Master, per alcuni studenti il lavoro possa proseguire all’interno dell’azienda in cui sono inseriti nella fase di stage.

«La finalità è senza dubbio quello di mettere a punto il profilo richiesto dalle aziende del settore», conclude Elena Tosca. «Il periodo di stage costituisce anche un’occasione di crescita attraverso lo sviluppo di un progetto concreto, nonché un’opportunità di conoscenza reciproca».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here